Atalanta, la sfortuna di Marilungo: stagione finita per l'attaccante, era stato fuori a lungo per lo stesso infortunio

La sfortuna non sembra avere intenzione di lasciare in pace Guido Marilungo, l'attaccante dell'Atalanta ieri ha subito un altro gravissimo infortunio e per lui la stagione è già finita. Il calciatore scuola Sampdoria era tornato in campo ad ottobre dopo che la rottura del crociato anteriore destro lo aveva costretto a stare lontano dai campi per sei mesi, ieri sera allo scadere del primo tempo è successo di nuovo: il ginocchio destro ha ceduto ancora, per il nerazzurro la diagnosi è la stessa della scorsa stagione. La società bergamasca già ieri sera aveva fatto capire che ci trovavamo di fronte ad un serio infortunio, Colantuono a fine partita aveva riferito quella che era l'impressione dei medici: "Sono molto dispiaciuto per l'episodio che ha messo ko Marilungo. Probabilmente ha nuovamente rotto il crociato e ce l'hanno confermato gli esami manuali dei nostri medici. Mi dispiace molto per il ragazzo che sono sicuro ci avrebbe aiutato anche in campionato".

La notizia ha colpito in particolar modo il direttore sportivo della Dea, Pierpaolo Marino, che su Twitter a caldo ha commentato: "Sono distrutto per Guidone! Abbracciamolo forte tutti!". Ha provato a consolarlo è arrivato il procuratore di Marilungo, Silvio Pagliari, che ha replicato: "Grazie Pierpaolo! Ritornerà più forte di prima, non si molla mai!". Marino ha poi confessato di aver pianto nello spogliatoio dopo aver capito l'entità dell'infortunio e ovviamente ha ricevuto la solidarietà dello stesso Pagliari che era in compagnia proprio del suo assistito: "Non dirlo a me! Ti saluta è qui con me, ha detto di dirti che ritornerà più forte di prima". Nella giornata di oggi invece è arrivato il messaggio di solidarietà del suo compagno e amico Tiribocchi che, sentito dalla redazione di Tuttomercatoweb, ha voluto così incoraggiarlo:

Sono sicuro che tornerà più forte di prima, la sofferenza in questi momenti ti rafforza. Il primo infortunio lo ha superato bene, diciamo che lo ha superato meglio di come l'avevo fatto io, il secondo è più critico. Era appena uscito da un momento difficile e sicuramente era partito alla carica. L'importante è che tornerà carico per il ritiro e non deve bruciare assolutamente le tappe, deve fare un passo alla volta. Un grande in bocca al lupo, sa che gli sono sempre vicino.

Gli esami strumentali a cui si è sottoposto oggi l'attaccante hanno confermato i timori di ieri, ancora non è stato deciso quando e dove sarà operato. Per questo genere di infortuni il periodo di stop è di circa sei mesi, ma è chiaro che tutto dovrà essere valutato con grande attenzione visto che il ginocchio che ha ceduto è lo stesso su cui già si era intervenuti sei mesi fa. La stagione è quasi sicuramente già finita per lo sfortunato Marilungo, a cui non resta che rimboccarsi le mani e mettersi subito al lavoro per preparare il rientro. In bocca al lupo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail