Maldini tratta con il Chelsea per il ruolo di team manager o di vice di Ancelotti


Dopo il burrascoso addio alla società rossonera, con la clamorosa contestazione da parte della curva sud nella sua ultima partita disputata a San Siro, Paolo Maldini (Fotogallery) valuta il suo futuro, che sarà comunque sicuramente ancora nel mondo del calcio. L'ex difensore del Milan e della Nazionale è infatti volato ieri a Londra per incontrarsi con il nuovo allenatore dei Blues, Carlo Ancelotti, e con i dirigenti del club londinese, che gli avrebbero offerto un posto nell'organigramma della società del multimiliardario russo Roman Abrahmovic.

Maldini, che conosce perfettamente la lingua inglese, potrebbe infatti andare ad occupare il posto, rimasto fino a questo momento vacante, di team manager, o in alternativa affiancare un altro ex-milanista, Ray Wilkins, sulla panchina, come vice del tecnico di Reggiolo. Visto il no di altri due reduci del leggendario undici di Arrigo Sacchi, Filippo Galli e Mauro Tassotti, indisponibili a trasferirsi al Chelsea, Ancelotti è infatti ancora alla ricerca di un secondo collaboratore. Per ora comunque nulla di certo, visto che probabilmente la trattativa proseguirà al ritorno dalla vacanze dell'ex giocatore, in partenza oggi alla volta di Miami.

L'unica cosa certa è che Maldini, per la prima volta negli ultimi venticinque anni, non sarà a Milanello al raduno del 6 luglio. La rottura con la dirigenza rossonera, in particolare con l'amministratore delegato Galliani, resa manifesta anche dal suo rifiuto di prendere il posto di responsabile del settore giovanile, sembra escludere infatti una sua permanenza al Milan per la prossima stagione.

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: