Ancora Parma per Paloschi, Milan e ducali rinnovano la comproprietà


"Vogliamo rinnovare la comproprietà di Paloschi. Credo davvero che sia la soluzione ideale per lui per crescere ulteriormente in un ambiente che conosce bene e dove ha fatto bene lo scorso anno in B segnando ben 12 gol" disse Tommaso Ghirardi esattamente sette giorni fa. Dopo una settimana di incontri tra lui, il ds parmense Leonardi e Adriano Galliano, il Parma ha rinnovato la comproprietà col Milan e così Alberto Paloschi giocherà con gli emiliani anche la prossima stagione. Scongiurate dunque le famose "buste", ipotesi che nei giorni scorsi lo stesso Pietro Leonardi aveva data per sicura vista l'impossibilità di trovare un accordo.

Evidentemente le parti si sono capite e così la prossima stagione Paloschi vestirà ancora il gialloblu: l'erede di Pippo Inzaghi, 19enne precocissimo che al debutto in campionato col rossonero milanista andò in gol dopo pochi secondi (contro il Siena), nonostante la giovane età è apparso un ragazzo maturo e responsabile, oltre che freddo quando conta. Logico dunque che il mercato parmense avesse anche il nodo inerente a lui, con la dirigenza parmense fermamente desiderosa di trattenerlo. Ora il desiderio di Ghirardi è diventato realtà.

Paloschi ha già realizzato un gol con la maglia azzurra dell'Italia Under 21 e attualmente è impegnato in Svezia nell'Europeo di categoria. A fronte di questa notizia di mera cronaca, sorge una domanda: avrà fatto bene il Milan a privarsi "anche" di Paloschi?

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: