Svezia - Italia 1-2: Balotelli segna e poi si fa espellere, gli azzurrini soffrono ma conquistano i tre punti


I ragazzi dell'Under 21 hanno conquistato oggi a Helsingborg un importante successo contro i padroni di casa della Svezia. Gli svedesi all'esordio avevano stracciato la Bielorussia (5-1 il finale) e guardavano la classifica dall'alto in basso, per questo la partita di oggi per l'Italia era fondamentale per non dire cruciale. Questa squadra però ci ha abituato a venire fuori nei momenti critici e ha raccolto una splendida vittoria grazie alle reti di Balotelli e Acquafresca, impreziosita anche dal fatto di aver giocato in inferiorità numerica per quasi un'ora a causa dell'espulsione dello stesso attaccante interista.

I primi minuti dell'incontro sono da brividi, passano pochi secondi e Bocchetti sbaglia un retropassaggio, Berg ne approfitta e si invola verso la porta, decisivo il tempismo di Consigli nell'andare incontro all'attaccante riuscendo così a indurlo all'errore. Il portiere dell'Atalanta però non può riposarsi, i primi minuti sono tutti di marca svedese, i padroni di casa vanno vicini al gol in un altro paio di occasioni con Lustig e Elm. Con il passare dei minuti per fortuna gli azzurrini prendono coraggio e iniziano a creare gioco con maggiore continuità. Giovinco sembra in giornata e le sue giocate impensieriscono non poco i difensori avversari.

Dopo un paio di occasioni capitate sui piedi di Acquafresca al 23° arriva il vantaggio. Giovinco serve una palla deliziosa a Mario Balotelli sulla sinistra, l'attaccante è in gioco, porta a spasso un paio di difensori e poi con uno splendido tiro a giro dal limite insacca la palla alla sinistra dell'estremo difensore Dahlin. Il gol pesa come un macigno sul morale dei giocatori svedesi che si innervosiscono, nel giro di pochi minuti ben tre giocatori rimediano il cartellino giallo. Il trucco sta nel non cadere nelle loro provocazioni, ma Balotelli non ci riesce e al 38° scalcia un avversario e rimedia un rosso diretto.

In questo modo la partita si complica e si preannuncia una ripresa durissima. Al rientro in campo la Svezia è arrembante ma a passare è l'Italia. Giovinco si procura un calcio di punizione nei pressi della bandierina del corner di destra, è lo stesso juventino a batterla, sul suo cross si avventa Acquafresca che di testa anticipa tutti e sigla il 2-0. Il doppio vantaggio porta l'Italia a chiudersi in difesa sperando di reggere il più possibile. Per fortuna Andreolli e compagni capitolano soltanto al 89° dopo che gli svedesi ci avevano provato in tutti i modi. Troppo tardi per rimontare, i tre punti sono degli azzurri e con buona probabilità anche l'accesso alla semifinale, la Svezia deciderà la sua sorte contro la Serbia.

  • shares
  • Mail
21 commenti Aggiorna
Ordina: