Lotito: “Il Napoli vuole Pandev? Pagare moneta, vedere cammello” – De Laurentiis: ” Accà nisciun’ è fesso”- Ma per il procuratore non è esclusa la permanenza alla Lazio

La partita tra Lotito e De Laurenttis che deciderà il futuro di Goran Pandev è cominciata già da un pezzo. Il presidente della Lazio, dopo aver appreso due settimana fa le intenzioni del macedone, detta le condizioni per la cessione dell’attaccante. Il contratto di Pandev scade tra un anno e finora, l’unica società che ha

di antonio


La partita tra Lotito e De Laurenttis che deciderà il futuro di Goran Pandev è cominciata già da un pezzo. Il presidente della Lazio, dopo aver appreso due settimana fa le intenzioni del macedone, detta le condizioni per la cessione dell’attaccante. Il contratto di Pandev scade tra un anno e finora, l’unica società che ha manifestato un certo interesse per il calciatore, è stata il Napoli. E’ presumibile che il Napoli non intenda forzare con il portafogli considerando soprattutto la scadenza contrattuale di Pandev. La società partenopea, attraverso i microfoni di Radio Kiss Kiss, viene esortata da Lotito a fare un’offerta congra:

“Pandev al Napoli? Se qualcuno vuole una cosa che si può raggiungere, deve fare qualcosa affinché questo desiderio possa diventare una solida realtà. Non ho mai avuto intenzione di mettere Goran sul mercato, ma visto che c’è qualcuno che lo vuole allora bisogna impegnarsi per prenderlo. Il Napoli ha speso una certa cifra per Quagliarella e Pandev, tecnicamente, di sicuro non vale meno del giocatore azzurro. Ho preso Zarate per 20 milioni, non vedo perché De Laurentiis non debba pagare molto per Pandev”.

Lotito prosegue tirando in ballo i soldi spesi dal Napoli per l’acquisto di Quagliarella:

“Per acquistare Quagliarella, tra l’altro, Aurelio ha messo sul piatto della trattativa con l’Udinese anche qualche contropartita, per cui ritengo sia possibile intavolare un discorso con il Napoli anche dal punto di vista tecnico. Bogliacino? È da vedere, ma tutto deve essere supportato anche dalla volontà del calciatore. Sono comunque disposto a palare di Pandev con il Napoli perchè con Aurelio De Laurentiis c’è una buona amicizia. Aurelio ha detto che a Napoli “nisciun’ è fess’? Rispondo con un “pagare moneta, vedere cammello. Al momento, comunque, Goran Pandev non va al Napoli, tantomeno alla Juventus”.

De Laurentiis conferma la difficoltà della trattativa:

“Pandev è un fantastico giocatore. Ho qualche dubbio perchè è una seconda punta più che una prima punta…Pandev mi tenta molto, ma c’è una situazione complessa, c’è Lotito… Sì, ne abbiamo parlato. Ma Lotito è una prima donna, e come tutte le prime donne o lei conquista te o la conquisti tu, non è facile. Lotito mi fa venire in mente com’ero io da giovane, è anche un personaggio molto da cinema, mi fa molto sorridere. Quando si fa una trattativa bisogna farla in due. Se lui vuole farsi una chiacchierata da solo io lo scorterò e prenderò appunti per i miei futuri personaggi. La richiesta che è stata fatta? A Napoli si dice: ccà nisciun’ è fesso”.

In serata le dichiarazioni dell’agente del calciatore, Carlo Pallavicino, riaprono l’ipotesi di una permanenza alla Lazio:

“Pandev è un giocatore molto importante che ha grande considerazione in Italia e all’estero. Non è uno che puoi sistemare in pochi giorni. Di fronte a questa situazione, Pandev, da grande professionista, affronterà quello che il mercato dirà e valuterà di conseguenza. Io credo che Goran debba avere la serenità di affrontare tutte le situazioni che si presenteranno, anche quella di restare alla Lazio. Non nego che di fronte alla difficoltà oggettiva del mercato, nulla nega che Pandev resti alla Lazio. Questo mi sembra doveroso dirlo. Prolungare il contratto con l’inserimento di una clausola rescissoria? Questa è una valutazione che si potrà fare solo dal 1 di settembre se dovesse restare alla Lazio. Il Napoli oggi pare molto attratto da Pandev, ma bisognerà vedere le capacità che riuscirà di mettere sul piatto. So per certo che Lotito non svende”.

I Video di Calcioblog