Campionato europeo Under 21: la Germania stende l'Inghilterra ed è campione


Contro ogni previsione della vigilia la Germania Under 21 si è laureata campione d'Europa battendo l'Inghilterra per 4-0. Il risultato finale è comunque molto severo per quello che si è visto in campo, gli inglesi sono stati penalizzati dalle assenze pesanti come quella del portiere Joe Hart, ammonito stupidamente durante i calci di rigore con la Svezia, e dell'attaccante di origini nigeriane Gabriel Agbonlahor. Queste considerazioni non devono sminuire la prova dei tedeschi che con una prestazione superba sono riusciti a vincere il titolo continentale di categoria per la prima volta nella loro storia. C'è anche un altro record per il calcio di Germania, per la prima volta un paese è campione d'Europa nelle tre categorie giovanili, Under 21, Under 19 e Under 17.

La partita si indirizza subito sui binari giusti per la Germania, nell'occasione in maglia rossa, che dopo poco più di venti minuti passa in vantaggio grazie ad una rete di Gonzalo Castro pescato fra le linee della sfilacciata difesa avversaria da Mesut Ozil. L'Inghilterra prova a reagire e non trova il pareggio, nonostante le numerose occasioni, soltanto grazie al mix di abilità e fortuna, messo in mostra anche contro l'Italia, del portiere Manuel Neuer. In apertura di ripresa però arriva l'episodio che taglia le gambe agli inglesi: c'è una punizione dalla lunga distanza, sul pallone si porta Ozil, il migliore in campo a fine partita, la sua conclusione, non impeccabile, è piuttosto centrale ma il portiere inglese Scott Loach commette un grave errore e consente agli avversari di raddoppiare.

Così il secondo tempo assume un andamento abbastanza prevedibile, Inghilterra in attacco a testa bassa, tra legni colpiti e salvataggi miracolosi, e tedeschi pronti a sfruttare le ripartenze. La palla del 3-0 arriva sui piedi di Sandro Wagner ma l'attaccante, entrato da poco in campo, sbaglia clamorosamente ad un passo dalla porta. Per fortuna per lui però trova il modo di riscattarsi qualche minuto dopo quando, servito da Ozil, si invola sulla sinistra, e batte con un diagonale il portiere inglese per la terza volta. C'è poi anche tempo per il poker, l'autore è sempre Wagner che mette a segno una rete meravigliosa dal limite dell'area, molto simile a quella che realizzò Balotelli contro la Svezia all'inizio del torneo.

La Germania si laurea così campione d'Europa con uno scarto che mai si era visto in una finale. Il futuro del calcio tedesco sembra roseo se i giovani talenti messi in mostra in giro per l'Europa riusciranno a crescere mantenendo le promettenti qualità viste fino a questo momento. L'Inghilterra torna a casa con il grosso rammarico di aver gettato alle ortiche un'occasione d'oro, gli inglesi di Stuart Pearce in questo torneo hanno spesso dato l'impressione di essere la squadra da battere ma si sono persi nelle ultime due partite, troppi i gol subiti e gli errori commessi per poter sperare nella vittoria finale.

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: