Moggi pronto a tornare nel mondo del calcio, contatti con il Bologna. Ma i tifosi emiliani sono infuriati…

L’aveva ripetuto in continuazione in questi due anni: “Il calcio italiano non si libererà facilmente di me“. Detto (quasi) fatto. Dopo l’udienza di stamane al processo napoletano sullo scandalo Calciopoli Luciano Moggi ha ammesso che con il Bologna dei Menarini i rapporti sono più che buoni ed egli stesso ha aiutato la società felsinea in

di antonio


L’aveva ripetuto in continuazione in questi due anni: “Il calcio italiano non si libererà facilmente di me“. Detto (quasi) fatto. Dopo l’udienza di stamane al processo napoletano sullo scandalo Calciopoli Luciano Moggi ha ammesso che con il Bologna dei Menarini i rapporti sono più che buoni ed egli stesso ha aiutato la società felsinea in operazioni di mercato: “Bologna è una bella città. Ma adesso faccio il giornalista e mi diverto. Certo, mi fa piacere vedere che tantissimi presidenti di serie A hanno fiducia in me. Se andassi in una società, dovrei chiedere scusa ad altri sette-otto. Non so se tornerò nel calcio. Se accadrà, sarà solo come consulente una tantum. Un consiglio posso anche darlo. Piuttosto, mi piacerebbe mettere la toga quando parlerò”.

Poi conferma i contatti con la società del capoluogo emiliano: “Mi sono semplicemente dato da fare, un paio di mesi fa, per aiutare la presidenza Menarini a trovare nuovi soci per il Bologna. Per quello che mi riguarda non ho un interesse diretto all’acquisto di azioni della società rossoblù, ma è evidente che, nel caso di ingresso dei nuovi soci da me segnalati, rivestirei opportunamente il ruolo di consulente”. Il presidente Abete getta acqua sul fuoco ma ricorda implicitamente a Moggi la sua condizione di inibito:

“Non facciamo il processo alle intenzioni, sempre che queste intenzioni ci siano, finché non ci saranno riscontri concreti. Non posso fare altro che ricordare che tutti coloro che operano nel sistema sportivo si devono riconoscere nelle decisioni degli organi della giustizia sportiva e del confine tra le persone che possono svolgere certi ruoli e altri che sono inibiti. Bisogna dare le risposte giuste nel momento in cui sono dovute: ora stiamo parlando di qualcosa letto sui giornali. Noi ci riconosciamo nelle regole e nel funzionamento della giustizia sportiva, le cui valutazioni sono state fatte e hanno dato delle sanzioni a riguardo”.


“La società si pronuncerà nei prossimi giorni”
. E’ la risposta del Bologna Calcio in merito alla vicenda. Il grosso della tifoseria bolognese, però, non l’ha presa sicuramente bene. Sul web sono già comparsi messaggi battaglieri contro l’accostamento di Moggi al Bologna. Il tono degli strali è più o meno questo: “Odiamo i Menarini; Bologna, si prepara la rivoluzione; Anti-Moggi militante”.

I Video di Calcioblog