Ferrara promette: “il mercato della Juve non è finito”, intanto De Ceglie rimane a Torino

Ciro Ferrara, in visita a Napoli, nel quartiere di Scampia, per una giornata dedicata alla solidarietà con l’inaugurazione di alcuni campetti da calcio realizzati dalla fondazione che porta il suo nome insieme a quello dell’amico (e suo prossimo giocatore) Fabio Cannavaro, è stato avvicinato dai cronisti. Inevitabile la domanda sullo sviluppo del calciomercato della Juventus,

di


Ciro Ferrara, in visita a Napoli, nel quartiere di Scampia, per una giornata dedicata alla solidarietà con l’inaugurazione di alcuni campetti da calcio realizzati dalla fondazione che porta il suo nome insieme a quello dell’amico (e suo prossimo giocatore) Fabio Cannavaro, è stato avvicinato dai cronisti. Inevitabile la domanda sullo sviluppo del calciomercato della Juventus, inevitabile il dribbling dell’ex stopper, ora allenatore, dei bianconeri.

Nessun nome, nessuna concessione, solo la promessa che “il mercato della Juventus non è finito, ci saranno altre operazioni“. Troppo poco, decisamente poco, per un’estate, quella dei tifosi della Juventus, partita con l’illusione del colpo Diego e vissuta fino ad ora in una condizione di stallo permanente. L’infinita trattativa per D’Agostino e la difficoltà di cedere Poulsen e Trezeguet, i due che dovrebbero partire per liberare le risorse necessarie per tornare ad operare sul mercato in entrata.

L’enigma esterno sinistro, intanto, sembra essersi concluso. Certo c’è in ballo un possibile “scambio” con il Lione che dovrebbe portare David Trezeguet in Francia e Fabio Grosso nuovamente in Italia, ma si tratta per il momento solamente di voci: Trezegol ha un ingaggio elevatissimo, il Lione lo valuta praticamente zero e la Juventus vorrebbe Grosso solo a condizione che il club transalpino decida di liberarlo gratuitamente. Non sembrano esserci margini. C’è anche un altro indizio che il terzino eroe di Germania 2006 non vestirà la maglia bianconera.

Sembra infatti praticamente certo che, viste le condizioni attuali, Paolo De Ceglie resterà ancora a Torino. Niente più partenza per Napoli e cessione in comproprietà. La Juventus, dopo le resistenze del calciatore, ha deciso di puntare su di lui, più giovane e meno “costoso”, rinunciando ad una plusvalenza per permettergli di giocarsi il posto da titolare con Cristian Molinaro, pronto al rientro dopo il malanno (un ematoma perirenale), che le aveva bloccato nel maggio scorso.

Il mercato della Juventus sarà pure lungi dall’essere concluso, ma si fa sempre più strada il sospetto che Alessio Secco e Ciro Ferrara cercheranno le soluzioni ai loro problemi in casa piuttosto che fuori.

I Video di Calcioblog