Galliani: "Dopo Onyewu il nostro unico obiettivo è Luis Fabiano"


A margine dell'assemblea della Lega calcio Adriano Galliani ha risposto alle domande dei giornalisti e ha parlato del mercato rossonero. Nonostante la protesta dei tifosi a Milanello nel giorno del raduno, l'amministratore delegato rossonero ha di fatto confermato che il mercato del Milan sarà "povero" nonostante i soldi incassati dalla cessione di Kakà. Tramontato l'obiettivo principale Edin Dzeko e messa da parte l'ipotesi di Adebayor come quella di Klaas-Jan Huntelaar che non entusiasma l'allenatore, il Milan da oggi in poi si concentrerà solo su Luis Fabiano che diventa così il nuovo obiettivo di punta del mercato rossonero.

«A questo punto basta con i Cissokho o altri perché siamo in troppi. È tutto chiuso e rimane in piedi una sola trattativa che riguarda Luis Fabiano, giocatore che il nostro allenatore preferisce a Huntelaar. Tutt'ora esiste una differenza di qualche milioncino di euro tra la richiesta e l'offerta. E del resto non c'è molto ancora da parlare: col Siviglia c'è da trovare un accordo sulle cifre»

Già nei giorni scorsi il procuratore del giocatore Josè Fuentes aveva parlato di un'offerta ufficiale per il suo assistito arrivata a Siviglia, che i dirigenti andalusi stanno valutando. Il calciatore come ha dichiarato Leonardo è "sbocciato tardi", classe 1980, ma sa essere decisivo e l'ha dimostrato largamente nella Confederation Cup 2009, durante la quale ha vinto il titolo di miglior realizzatore del torneo, ma anche e soprattutto nelle ultime due stagioni in Spagna dove ha realizzato 41 gol in 67 partite che gli sono valse un posto da titolare appunto anche nel Brasile.

La clausola rescissoria è fissato sui 30 milioni di euro che, come aveva dichiarato anche il procuratore del calciatore a fine giugno, il Milan non è intenzionato a mettere sul piatto della bilancia; l'obiettivo è quello di ridurre i costi e sfruttare i 64,5 milioni incassati dalla cessione di Kakà per mettere apposto il bilancio e renderlo così indipendente dalla "generosità" del suo presidente. Impresa difficile quella di tornare a vincere e farlo rispettando il Bilancio, ad ogni modo Galliani non è preoccupato neanche dalla contestazione dei tifosi e pare intenzionato a proseguire dritto per la sua strada.

«I tifosi devono mettersi in testa che il mercato è cambiato e nessuno potrebbe sostituire Kakà nell'immaginario collettivo. Anche io ho una sensazione di "vedovanza".»

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: