La Sampdoria riparte da Cassano e Del Neri

Ieri i blucerchiati si sono radunati per la nuova stagione calcistica in un albergo appena fuori Genova, e oggi hanno effettuato la prima sgambata guidati dall’ex allenatore dell’Atalanta Gigi Del Neri. A Genova ritroverà Antonio Cassano con il quale aveva condiviso una breve parentesi alla Roma che risale ormai a 4 stagioni fa, quando sostituì


Ieri i blucerchiati si sono radunati per la nuova stagione calcistica in un albergo appena fuori Genova, e oggi hanno effettuato la prima sgambata guidati dall’ex allenatore dell’Atalanta Gigi Del Neri. A Genova ritroverà Antonio Cassano con il quale aveva condiviso una breve parentesi alla Roma che risale ormai a 4 stagioni fa, quando sostituì Rudi Voeller sulla panchina giallorossa, per poi dimettersi dopo appena 24 partite e poche soddisfazioni. Il Rapporto tra il friulano e l’ambiente di Roma non era mai decollato, come anche quello tra lui e Fantantonio tra i quali non erano mancati litigi sia in partita che in allenamento.

«Cassano sta dimostrando serietà: la voglia di cominciare, di fare bene non fa altro che dare garanzie alla Samp. Ha iniziato a lavorare in anticipo, l’ennesimo segnale di quanto sia positivo l’atteggiamento di Antonio. Si vede quanto lui abbia voglia di fare un’annata importante.»

Antonio da allora sembra maturato, e Del Neri sa quanto possa essere una risorsa eccezionale per una squadra come la sua un fuoriclasse come il barese. Proprio per questo motivo si è detto contento di averlo ritrovato a Genova e ha apprezzato molto positivamente il fatto che Cassano sta lavorando, già da qualche giorno, con il preparato per farsi trovare in piena forma per l’inizio della stagione. Gli obiettivi non mancheranno per entrambi perché Cassano vuole convincere a tutti i costi Marcello Lippi a convocarlo in nazionale, mentre Del Neri ha invece quello ingrato di far dimenticare ai tifosi la scottante sconfitta in finale di Coppa Italia con la Lazio.

«Stiamo cercando di fare le cose giuste nel modo giusto, senza grandi proclami; c’è grande sintonia tra me e la società, vogliamo fare bene in tutti i settori e siamo sulla strada giusta. Si sa, quello che conta alla fine è il campo: dopo i test, ci sarà tanto da lavorare a Moena per arrivare ad agosto pronti per un campionato che si preannuncia molto difficile. Dare il massimo cercando di fare un calcio organizzato e propositivo: questo è il nostro obbiettivo».

Ad ogni modo l’allenatore sa che la rosa è composta anche da altri giocatori importanti come Palombo e Pazzini, e che dal mercato arriveranno anche Tissone e Mannini che sono molto apprezzati dal tecnico. Insomma Del Neri torna nuovamente ad avere a disposizione una rosa di livello alto e pensa al modo migliore in cui sfruttarla. La squadra per ora è collaborativa e ben disposta: il capitano Palombo è già al lavoro nonostante avesse potuto beneficiare di altri giorni di vacanza per via dell’impegno in Confederation Cup e Cassano, come già detto, ha addirittura anticipato tutti.

I Video di Calcioblog