Tre gol e un assist di Ronaldo stendono il Fluminense

“Vale quanto pesa”, questo il titolo un po’ ironico del quotidiano brasiliano Lance per celebrare la grande partita giocata da Ronaldo contro il Fluminense. La prestazione del fenomeno ha permesso al Corinthians di aggiudicarsi il posticipo della nona giornata del campionato brasiliano. Tre gol e un assist d’oro per Dentinho, questo il bottino dell’attaccante che,


“Vale quanto pesa”, questo il titolo un po’ ironico del quotidiano brasiliano Lance per celebrare la grande partita giocata da Ronaldo contro il Fluminense. La prestazione del fenomeno ha permesso al Corinthians di aggiudicarsi il posticipo della nona giornata del campionato brasiliano. Tre gol e un assist d’oro per Dentinho, questo il bottino dell’attaccante che, malgrado non sia ancora in perfetta forma, continua ad essere un gran giocatore, alla faccia di chi pensava al suo ritorno in patria come al definitivo tramonto.

Ronaldo è un grande campione e, anche se lo scatto non è più quello dei tempi d’oro, la sua classe continua a deliziare gli amanti del calcio. Il primo gol del Fenomeno arriva al minuto 24 per il provvisorio 1-0, cinque minuti dopo il raddoppio di Dentinho servito splendidamente dall’onnipresente Ronaldo. Al 35° il Corinthians si porta sul 3-0, inutile dire che il marcatore è sempre lui, Ronnie. Si va negli spogliatoi con un risultato tondo e con la partita che ormai sembra chiaramente indirizzata.

Nella ripresa il Fluminense trova però la forza di reagire e accorcia le distanze prima con Conca e poi con il giovane attaccante Alan, complice anche una sfortunata deviazione di Diego. A togliere le castagne dal fuoco ci pensa però l’ex attaccante dell’Inter che a cinque minuti dalla fine sigla il suo terzo gol personale e mette la parola fine ad un incontro che lo ha visto assoluto protagonista. Notizie del genere non possono che far piacere, Ronaldo nella sua carriera ha dovuto attraversare molti momenti duri a causa dei numerosi infortuni, ma la sua professionalità e la sua voglia di giocare a calcio non sono mai venute meno, per questo a 33 anni continua a fare la differenza.

I Video di Calcioblog

Ibrahimovic, spot per la Regione Lombardia: “Non sfidate il virus, usate la mascherina”