Da Inzaghi la conferma che Pirlo potrebbe lasciare il Milan

Sarà stato un lapsus, o forse la voglia, per uno come lui che a 36 anni nel calcio c’è da parecchi anni, di non prendersi in giro ma Filippo Inzaghi è stato il primo a confermare in maniera diretta (dall’interno dell’ambiente rossonero) che Andrea Pirlo potrebbe partire da Milano con probabile destinazione Londra. Il centrocampista

di


Sarà stato un lapsus, o forse la voglia, per uno come lui che a 36 anni nel calcio c’è da parecchi anni, di non prendersi in giro ma Filippo Inzaghi è stato il primo a confermare in maniera diretta (dall’interno dell’ambiente rossonero) che Andrea Pirlo potrebbe partire da Milano con probabile destinazione Londra. Il centrocampista della nazionale è da tempo nel mirino del Chelsea, la squadra allenata da Carlo Ancelotti, ma l’offerta ufficiale manca, soprattutto tenendo conto che gli inglesi non sembrano disposti a sborsare i 30 milioni che farebbero facilmente cedere Adriano Galliani.

Inzaghi ha commentato così la situazione:

Kakà è andato via; sento Pirlo tutti i giorni e gli chiedo di rimanere, ma è anche la sua volontà. Credo che anche Leonardo pensi che Pirlo debba rimanere con noi. Ho la speranza che possa restare.

Insomma, Pippo, da veterano dello spogliatoio sente li bisogno di chiedere “tutti i giorni” a Pirlo di rimanere in rossonero. Non ci sarebbe certamente bisogno delle richieste di Inzaghi se la voce della sua probabile partenza fosse una bufala da mercato estivo. D’altra parte il centrocampista permetterebbe al Milan, con la sua partenza, di far scendere sensibilmente quel monte ingaggi del 30% richiesto da Silvio Berlusconi. Non resta che attendere, anche se la trattativa con il Chelsea sembra decisamente in alto mare manca ancora più di un mese alla chiusura del calciomercato.

I Video di Calcioblog