Attimi di tensione nel ritiro della Lazio, diverbio tra Rocchi e Diakité

Pomeriggio teso ieri ad Auronzo di Cadore, sede del ritiro estivo della Lazio. Era in corso il solito allenamento quando è scoppiato improvvisamente un acceso diverbio tra Tommaso Rocchi e Mobido Diakité, soltanto l’intervento dei compagni ha evitato che il diverbio verbale degenerasse in una vera e propria rissa. A scatenare l’ira dell’attaccante sono stati


Pomeriggio teso ieri ad Auronzo di Cadore, sede del ritiro estivo della Lazio. Era in corso il solito allenamento quando è scoppiato improvvisamente un acceso diverbio tra Tommaso Rocchi e Mobido Diakité, soltanto l’intervento dei compagni ha evitato che il diverbio verbale degenerasse in una vera e propria rissa. A scatenare l’ira dell’attaccante sono stati alcuni interventi particolarmente duri del difensore francese.

Il prologo di questa vicenda è da ricercare in un’entrata molto decisa di Diakité nei confronti del franco-algerino Meghni. Il centrocampista è rimasto acciaccato a terra per qualche minuto per poi rialzarsi dopo l’intervento dei sanitari. Tutto sembrava essersi concluso senza conseguenze, soltanto uno spavento e poco altro. Qualche minuto dopo però Diakité si è esibito in un non richiesto bis ai danni del capitano Rocchi che ha reagito con meno fair play.

I due sono stati trattenuti dai compagni che sono riusciti ad evitare il contatto, il difensore ha poi lasciato il campo d’allenamento ritirandosi negli spogliatoi sotto gli occhi di un Ballardini sbigottito. Testimoni dell’accaduto anche circa 500 tifosi laziali presenti all’allenamento dei loro beniamini, i sostenitori hanno manifestato il loro disappunto per quanto accaduto. Oggi la Lazio sarà impegnata in un’amichevole contro l’Universitatea Craiova, speriamo che l’episodio non avrà lasciato strascichi nello spogliatoio.

I Video di Calcioblog