Milan, sarà l’anno di Ronaldinho?

Durante la prima uscita stagionale del Milan, l’amichevole di qualche giorno fa contro il Varese, Ronaldinho ha mostrato tutta la sua classe facendo dribbling e assist come ai bei tempi: reduce da un campionato iniziato bene ma finito in panchina, il numero 80 rossonero è a caccia di riscatto e per farlo può contare della


Durante la prima uscita stagionale del Milan, l’amichevole di qualche giorno fa contro il Varese, Ronaldinho ha mostrato tutta la sua classe facendo dribbling e assist come ai bei tempi: reduce da un campionato iniziato bene ma finito in panchina, il numero 80 rossonero è a caccia di riscatto e per farlo può contare della fiducia incondizionata del presidente Berlusconi e del nuovo allenatore Leonardo. “A livello fisico non sono al 100%,ma le gambe cominciano a rispondere, sono concentratissimo per questa stagione, so che ci si aspetta tanto da me ed io non deluderò il Presidente che ha creduto e crede tanto in me, i miei compagni ed i tifosi che mi dimostrano sempre tanto affetto. Credo di fare uno splendido campionato, a livello mentale sono al top” ha assicurato il brasiliano.

Nei primi giorni di ritiro ha perso 4 chili, un segnale sin da subito forte di quanto Ronaldinho stia facendo maledettamente sul serio. “L’obiettivo cresce, un po’ come per il Milan: l’anno scorso volevamo qualificarci per la Champions, adesso vogliamo vincerla” ha tuonato l’attaccante che ha ricevuto anche i mielosi complimenti di Pippo Inzaghi: “Mi raccomando: quest’anno voglio venti assist come a Varese, tu ne dribbli quattro e me la passi a un metro dalla porta, lo scriva, Dinho è il numero uno” ha detto super Pippo al giornalista della Gazzetta che stava intervistando il compagno.

Insomma le aspettative sono tante nei confronti di Ronaldinho ma non è scontato che possa rispettarle: di certo il giocatore si sta impegnando al massimo per farsi trovare pronto fisicamente fra poco più di un mese, quando il campionato prenderà il via. Leonardo sta pensando a un 4-3-3 per lui, con l’ex blaugrana che si piazzerebbe a sinistra per convergere verso il centro, Pato l’altro tassello del tridente, Inzaghi o Borriello la punta centrale: “Luis Fabiano? Sarebbe un grande acquisto, è un grande giocatore con Pato formeremo uno splendido trio” ha detto Dinho, alla faccia dei complimenti di Inzaghi…

I Video di Calcioblog