Falso allarme bomba all’hotel di Los Angeles dell’Inter

Ieri pomeriggio, quando a Los Angeles erano le 2 del pomeriggio e in Italia le 11 di sera, un allarme bomba ha gettato nel panico gli ospiti del prestigioso hotel Four Seasons, quello che ospita anche l’Inter in occasione del ritiro californiano. La struttura è stata completamente evacuata per delle verifiche e i calciatori nerazzurri


Ieri pomeriggio, quando a Los Angeles erano le 2 del pomeriggio e in Italia le 11 di sera, un allarme bomba ha gettato nel panico gli ospiti del prestigioso hotel Four Seasons, quello che ospita anche l’Inter in occasione del ritiro californiano. La struttura è stata completamente evacuata per delle verifiche e i calciatori nerazzurri si sono ritrovati nel prato antistante l’albergo in attesa di poter rientrare. Per fortuna alla fine si è trattato di un falso allarme.

L’incidente non ha arrecato danni alla truppa interista che proprio ieri godeva di una mezza giornata di riposo concessa da José Mourinho. Per questo motivo molti dei giocatori non erano nemmeno in albergo visto che avevano approfittato della libertà per concedersi qualche giro per le strade della città americana. Tra gli evacuati erano comunque presenti alcuni interisti tra cui Ibrahimovic, Santon, Balotelli, Toldo e Burdisso. L’emergenza è durata circa un paio d’ore, il tempo necessario per effettuare le verifiche del caso.

Il caos generatosi di fronte all’hotel ha ovviamente attirato numerosi paparazzi sul posto pronti a immortalare le celebrità presenti. Al Four Seasons dimoravano anche l’attrice Katherine Heigl e l’attore Gerard Butler che avrebbero dovuto presentare il loro nuovo film, The Ugly Truth. Curiosamente, almeno da un punto di vista italico, l’attenzione dei fotografi è andata più sulle star del cinema che su quelle del “soccer”, gli interisti sono stati letteralmente ignorati.