Il Palermo ne fa 8 al Villacher: spettacolari Bertolo e Pastore

Sankt Veit an der Glan, cuore della Carinzia, Austria: è qui che il Palermo di Walter Zenga sta preparando la nuova stagione, provando schemi e cementando il gruppo, disputando amichevoli e lasciando che cresca l’euforia tra i tifosi rosanero. Perché se l’Uomo Ragno ha già fatto il suo in tal senso (dichiarando che la sua


Sankt Veit an der Glan, cuore della Carinzia, Austria: è qui che il Palermo di Walter Zenga sta preparando la nuova stagione, provando schemi e cementando il gruppo, disputando amichevoli e lasciando che cresca l’euforia tra i tifosi rosanero. Perché se l’Uomo Ragno ha già fatto il suo in tal senso (dichiarando che la sua squadra punta allo scudetto), ci stanno pensando i nuovi acquisti argentini ad infiammare i sogni dei siciliani: Javier Pastore e Nicolas Bertolo ieri hanno giocato il secondo tempo della sgambata contro il Villacher e hanno letteralmente mandato in sollucheri il presente Maurizio Zamparini.

Terminata la prima frazione 3-0 (con gol di Bovo, Balzaretti e Mchedlidze), nella ripresa Zenga ha rivoluzionato la squadra affidando l’attacco proprio a Pastore, per la prima volta con la maglia rosanero indosso, ed Hernandez, con Bertolo a rifinire. E dopo soli 3 minuti quest’ultimo ha lanciato il giovane uruguiano messo giù dal portiere, rigore e subito gol per Pastore. Che poi ha regalato dribbling da favola, tocchi di fino, corsa e assist al bacio. Come quello a Succi per il quinto gol. Le altre tre reti sono state siglate ancora da Succi, da Miccoli e da Simplicio, fissando il punteggio sull’8-0.

Indubbiamente l’impegno col Villacher lascia il tempo che trova, ma la disinvoltura dei due ragazzi argentini ha lasciato davvero il segno; anche Bertolo ha mostrato doti sui generis, con una visione di gioco da calciatore maturo (nonostante i 23 anni) e piedi sopraffini. Bravo dunque il ds Walter Sabatini che li ha pescati dall’Huracan e dal Banfield pagandoli non poco ma neanche eccessivamente e che, soprattutto, li ha strappati a club europei più blasonati. Il mercato del Palermo, a detta di Zamparini, non è ancora finito ma la squadra vista in Austria in questi giorni è già bella tosta: con Pastore e Bertolo, poi, i tifosi sono già autorizzati a sognare. Nello scudetto? Perché no.

I Video di Calcioblog

Ibrahimovic, spot per la Regione Lombardia: “Non sfidate il virus, usate la mascherina”