Milan, Dzeko è ormai andato, Luis Fabiano si allontana e ora si pensa a Trezeguet: Ma quanta confusione!

La trattativa per Luis Fabiano sembra ormai quasi completamente tramontata perché Milan e Siviglia restano ferme sulle proprie posizioni; i rossoneri continuano a confermare che l’offerta più alta che sono disposti a presentare è di 14 milioni di euro e gli andalusi continuano a rifiutare seccamente l’offerta. Il più deluso dell’evoluzione negativa che sta avendo


La trattativa per Luis Fabiano sembra ormai quasi completamente tramontata perché Milan e Siviglia restano ferme sulle proprie posizioni; i rossoneri continuano a confermare che l’offerta più alta che sono disposti a presentare è di 14 milioni di euro e gli andalusi continuano a rifiutare seccamente l’offerta. Il più deluso dell’evoluzione negativa che sta avendo questa trattativa è il tecnico dei rossoneri Leonardo, a cui il giocatore piace molto, e che sperava di formare un tridente d’attacco tutto brasiliano con Ronaldinho, Pato e Luis Fabiano.

A questo punto l’allenatore spera che il Milan si butti con decisione su Trezeguet che rappresenterebbe comunque un ottima alternativa a suo modo di vedere: “Stiamo parlando di un giocatore che ha fatto migliaia di gol. Non so a che punto sia questa trattativa ma Trezeguet è sicuramente un giocatore straordinario”. Di sicuro Trezeguet è un attaccante di razza, ma appare palpabile l’approssimazione con la quale il Milan sta affrontando questa campagna acquisti; prima Dzeko, poi Luis Fabiano e adesso Trezeguet che di sicuro sono tre ottimi giocatori, ma che interpretano il ruolo di attaccante in modo molto diverso.

Viene da chiedersi se il Milan abbia ancora realmente la mentalità da grande squadra sul mercato o se badi solo al portafogli. Una grande squadra sceglie un metodo di gioco e compra i giocatori che possano soddisfare determinate esigenze. Adesso invece si ha la netta sensazione che ci sia solo la rincorsa ad un’attaccante qualsiasi. Come vorrà giocare Leonardo? Con una punta di riferimento come Dzeko che fa salire la squadra e smista palloni sulle corsie esterne prima di puntare la porta? Con uno come Luis Fabiano che cerca molto la profondità? O con un finalizzatore come Trezeguet, abile nel gioco aereo, che vive prevalentemente nell’area di rigore avversaria? Mistero.

I Video di Calcioblog