Milan – Chelsea 1-2: rossoneri belli ma sfortunati, vincono i Blues di Ancelotti

Davanti ai settantunomila spettatori dell’M&T Bank di Baltimora, il nuovo Milan di Leonardo incassa la seconda sconfitta di questa World Football Challenge, dopo quella subita due giorni fa dai messicani del Club America. (Video) Questa volta però i rossoneri offrono una prestazione assai migliore, mostrando progressi in tutti i reparti rispetto al match d’esordio. Il


Davanti ai settantunomila spettatori dell’M&T Bank di Baltimora, il nuovo Milan di Leonardo incassa la seconda sconfitta di questa World Football Challenge, dopo quella subita due giorni fa dai messicani del Club America. (Video) Questa volta però i rossoneri offrono una prestazione assai migliore, mostrando progressi in tutti i reparti rispetto al match d’esordio. Il Chelsea parte forte e nei primi minuti due affondi di Belletti creano lo scompiglio nella difesa avversaria. Sono le avvisaglie della rete che arriva al con una gran botta di Drogba da oltre trenta metri, che si insacca alla destra di un Kalac non del tutto incolpevole sulla beffarda parabola disegnata dall’ivoriano.

Il vantaggio dei londinesi scuote il Milan, che prende in mano le redini del gioco, guidato da un Ronaldinho in grande serata e da un Seedorf finalmente protagonista di una prova convincente, dopo le pessime prestazioni alle quali aveva abituato nel corso della passata stagione. Al 38°, dopo aver colto una traversa pochi minuti prima, proprio l’olandese risponde all’attaccante africano, con un tiro altrettanto bello da fuori area, sul quale Cech non può nulla. Tre minuti più tardi, il direttore di gara nega aglli uomini di Leonardo un rigore abbastanza netto per atterramento di Borriello, sfuggito alla retroguardia avversaria grazie ad un preciso assist del fantasista brasiliano; la prima frazione si chiude così in parità.

La ripresa comincia sullo stesso tono e dopo dodici minuti ancora Ronaldinho coglie un clamoroso legno con una splendida punizione. Ma al 69° sono gli uomini di Ancelotti a riportarsi in vantaggio: grande azione di Shevchenko, subentrato da poco ad Anelka e tap-in del russo Zhirkov sul tentativo dell’ucraino respinto da Kalac. I rossoneri accusano il colpo e, complice anche la stanchezza, non brillano più come nei minuti precedenti, riuscendo comunque a sfiorare il pari in due occasioni, prima con il solito Pippo Inzaghi appena entrato in campo e poi, a tempo scaduto, con il difensore statunitense Onyewu, subentrato a metà della seconda frazione nel tripudio dei suoi connazionali presenti sugli spalti. Nel complesso un buon Milan nonostante la sconfitta, come confermato anche dalla soddisfazione del tecnico Leonardo al termine dell’incontro.

MILAN – CHELSEA 1-2

MILAN (4-3-3): Kalac; Oddo, Nesta (22′ st Onyewu), Thiago Silva (32′ st Kaladze), Zambrotta (29′ st Jankulovski); Flamini, Pirlo (26 ‘st Gattuso), Seedorf (18′ st Abate); Ronaldinho (33′ st Di Gennaro), Pato (36′ st Inzaghi), Borriello (22′ st Zigoni). A disp. Storari, Favalli, Strasser, Ikande, Albertazzi, Antonini. All. Leonardo

CHELSEA (4-4-2): Cech; Ivanovich, Cole, Terry, Bosingwa (45′ st Hutchinson); Belletti, Lampard, Zhirkov (40′ st Mancienne), Obi; Anelka (18′ st Shevchenko), Drogba (29′ st Pizarro). A disp. Turnboll, Hilario, Sinclair. All. Ancelotti

ARBITRO: Mark Geiger (Usa)

MARCATORI: 7′ pt Drogba (C), 38′ pt Seedorf (M), 24′ st Zhirkov (C)

NOTE: recupero 1′ e 2’. Ammoniti Flamini e Ivanovich per gioco scorretto, Oddo per proteste. Angoli 5-3 per il Milan, spettatori 71.203

Ultime notizie su Amichevoli

Tutto su Amichevoli →