Manchester City insaziabile: vicino l’acquisto di Kolo Touré dell’Arsenal

L’invettiva rabbiosa di Alex Ferguson contro i rivali cittadini non ha scalfito la smania di acquisti dell’opulento Manchester City. Dopo Adebayor, Tevez e Santa Cruz ora i dirigenti della società inglese hanno dirottato le loro attenzioni sul reparto difensivo. I Citizens, secondo quanto afferma l’autorevole Times, sarebbero vicinissimi all’acquisto dell’ivoriano Kolo Touré dell’Arsenal. Secondo il

di antonio


L’invettiva rabbiosa di Alex Ferguson contro i rivali cittadini non ha scalfito la smania di acquisti dell’opulento Manchester City. Dopo Adebayor, Tevez e Santa Cruz ora i dirigenti della società inglese hanno dirottato le loro attenzioni sul reparto difensivo. I Citizens, secondo quanto afferma l’autorevole Times, sarebbero vicinissimi all’acquisto dell’ivoriano Kolo Touré dell’Arsenal. Secondo il quotidiano inglese la dirigenza del City verserà nelle casse dei gunners circa 17 milioni di euro.

Nei giorni scorsi si erano fatte insistenti le voci sull’imminente passaggio di John Terry al Manchester City. Oggi è arrivato il rifiuto del diretto interessato: ‘‘Il mio impegno nei confronti del Chelsea è totale, come è sempre stato. Ci sono state molte chiacchiere sul mio futuro, voglio chiarire la situazione una volta per tutte. Il Chelsea mi ha detto chiaramente che non ha nessuna intenzione di accettare un’offerta. Non c’è mai stata la possibilità che io lasciassi il club. Dopo queste conversazione è apparso chiaro che il Chelsea che le ambizioni del Chelsea rimangono ad un livello elevato, come dimostra l’ingaggio di un allenatore come Carlo Ancelotti”

Il club di Shaikh Mansour, sceicco di Abu Dhabi, sembra inarrestabile in fatto di calcio mercato e chissà se l’arrivo di Kolo Tourè fermerà un altro desiderio mai nascosto di nome Bruno Alves, difensore del Porto. La richiesta del club lusitano è molto elevata (20 milioni di sterline).

I Video di Calcioblog

Ibrahimovic, spot per la Regione Lombardia: “Non sfidate il virus, usate la mascherina”