Totti ringrazia Rosella Sensi e festeggia il rinnovo

Francesco Totti è raggiante. Nel giorno della premiazione in Campidoglio, con tanto di targa e maglia del Comune di Roma consegnatagli dal sindaco Gianni Alemanno per celebrare i suoi 178 gol in Serie A, ha anche la possibilità di annunciare il suo rinnovo, probabilmente l’ultimo, con la Roma. Altri 5 anni da calciatore, tranne brutte


Francesco Totti è raggiante. Nel giorno della premiazione in Campidoglio, con tanto di targa e maglia del Comune di Roma consegnatagli dal sindaco Gianni Alemanno per celebrare i suoi 178 gol in Serie A, ha anche la possibilità di annunciare il suo rinnovo, probabilmente l’ultimo, con la Roma. Altri 5 anni da calciatore, tranne brutte sorprese, nei quali provare a far crescere ancora il suo bottino e a mettere la sua firma sotto altri record come romanista e come calciatore italiano. Il suo entusiasmo è immutato, ed in un momento così delicato per gli equilibri societari Totti diventa simbolo (quasi l’amuleto) per la Roma. Il capitano ringrazia proprio Rosella Sensi, al centro delle contestazioni legate al calciomercato sostanzialmente fermo.

Per me è un giorno particolare. Essere premiato dal sindaco mi gratifica molto. Ringrazio Rosella che crede ancora in me e che mi ha rinnovato il contratto. Ho la possibilità di battere un nuovo record, tra 5 anni ci rivedremo qui. Ringrazio tutti, la città, il sindaco, i tifosi e le persone qui presenti. E’ il premio più importante che abbia mai ricevuto, porterò per sempre questa data dentro di me. Ora penso solo a questi 5 anni da calciatore, poi quando smetterò di giocare vedrò e penserò a cosa fare. La classifica cannonieri? Si è un mio obiettivo, se dovessi giocare 38 partite potrò raggiungere questo obiettivo. Si voglio vincerla, perché no. E spero che la Roma possa vincere altri scudetti, è un obiettivo non solo mio, ma del presidente, dei giocatori e di tutta la città. Un obiettivo principale non ce l’ho, l’importante è vincere.

Totti è consapevole che la Roma non si sia rinforzata, ma non per questo intende rinunciare alle sue ambizioni di vittoria finale, contando sull’affiatamento e sulla voglia di riscatto di un gruppo che fino allo scorso anno era stato sempre in prima fila nel contrastare il dominio dell’Inter allora di Roberto Mancini. Il realismo naturalmente non manca e così anche il capitano giallorosso elogia il calciomercato della Juventus, sempre più rivale numero 1 dei nerazzurri.

Quest’anno mi mancherà la Champions, dobbiamo fare di tutto per tornarci il prossimo anno. La Roma è messa come lo scorso anno, credo che l’Inter resti la squadra più forte, nonostante le lamentele di Mourinho, ma dovrà fare attenzione alla Juventus che si è rinforzata.

I Video di Calcioblog