Dzeko: “Sogno il Milan fin da bambino” – Leonardo: “Anche lui è un under 23 come vuole la società…”

Ritorna in auge il tormentone Dzeko-Milan. O meglio, non si è mai sopito se si considera la volontà del giocatore che è diventata quasi un’ossessione: giocare con i rossoneri la prossima stagione. Il problema resta il punto di incontro mai trovato e nemmeno sfiorato tra la richiesta economica del Wolfsburg e l’offerta del Milan. L’unica

di antonio


Ritorna in auge il tormentone Dzeko-Milan. O meglio, non si è mai sopito se si considera la volontà del giocatore che è diventata quasi un’ossessione: giocare con i rossoneri la prossima stagione. Il problema resta il punto di incontro mai trovato e nemmeno sfiorato tra la richiesta economica del Wolfsburg e l’offerta del Milan. L’unica speranza per il Milan, a questo punto, consiste nel fatto che la società tedesca potrebbe convincersi del rischio di non cedere un giocatore non contentissimo di rimanere al Wolfsburg.

Vlado Borozan, procuratore di Ivanovic e consulente di mercato del Wolfsburg, ha “riaperto” ufficialmente la trattativa: ” Se la trattativa è tramontata? No”. Dzeko ha manifestato apertamente il suo desiderio in un’intervista al quotidiano tedesco Die Welt: “Ho ricevuto un’offerta dal club in cui ho sognato di giocare fin da bambino, per me il Milan resterà sempre la migliore squadra del mondo. La società ha il diritto di dire no, così come io posso esprimere liberamente la mia volontà“.

E Leonardo prova a scuotere la società rossonera, un po’ intorpidita in questo periodo, con una battuta:

“Ades­so prenderemo soltanto under 23? Anche Dzeko è under 23, anche Cissokho. L’importante è vedere quello che si riuscirà a fare. Abbiamo parlato spesso della necessità di tenere una linea verde, è naturale pensare al fu­turo. Abbiamo bisogno di un attaccante e di un esterno per essere competitivi e valutere­mo le possibilità per arrivare a quello che ci serve, ma non c’è nessuna idea di ridimensiona­mento: l’obiettivo della socie­tà non è questo. E poi la base c’è, dobbiamo allargarla con qualche giocatore nuovo, biso­gna inserire giovani e qualità, ma i giovani da soli non sono sufficienti. Valuteremo quello che sta succedendo”.

I Video di Calcioblog