Calcio d’estate violento: i pesanti scontri prima di Genoa – Nizza

Sabato pomeriggio da guerriglia urbana in quel di Cuneo con via Sobrero apice degli scontri: protagonisti i tifosi del Nizza e quelli del Genoa, le cui due squadre si sono affrontate nella città piemontese alle 18 e 30 (vittoria per 3-0 dei francesi). Difficile capire per quale motivo sia stata organizzata un amichevole proprio fra

Sabato pomeriggio da guerriglia urbana in quel di Cuneo con via Sobrero apice degli scontri: protagonisti i tifosi del Nizza e quelli del Genoa, le cui due squadre si sono affrontate nella città piemontese alle 18 e 30 (vittoria per 3-0 dei francesi). Difficile capire per quale motivo sia stata organizzata un amichevole proprio fra queste due formazioni: i nizzardi sono storicamente gemellati con la Sampdoria, i genoani invece col Marsiglia e i due club del midì francese sono rivali esattamente come le due squadre del capoluogo ligure.

Infatti pare che a Cuneo fossero presenti anche marsigliesi, oltre che supporters torinisti ancora inviperiti per la vittoria dei Grifone all’Olimpico alla penultima del campionato scorso (con rissa finale). Pietre vaganti e auto danneggiate, anche l’uso dei fumogeni: uno di questi è andato a finire sul balcone di un abitazione con spavento del proprietario e intervento dei Vigili del Fuoco. Alla fine il bilancio è di cinque contusi, pare 4 nizzardi e il proprietario dell’appartamento colpito dal fumogeno che era sceso in strada per esigere spiegazioni, ma che è stato picchiato insieme alla sua auto.

Nello stadio la situazione è rimasta abbastanza sotto controllo: la partita è iniziata con trenta minuti di ritardo, alcuni tifosi francesi hanno cercato il contatto (invano) coi genoani, s’è visto solo qualche fumogeno. Secondo alcune fonti i tifosi del Genoa, giunti a Cuneo con macchine private, non avevano alcuna intenzione di cercare lo scontro e anzi sono stati vittima dell’agguato nizzardo. “Una cosa assurda e vergognosa: ancora una volta, a causa di pochi imbecilli è stata rovinata quella che doveva essere una giornata di festa, con famiglie e bambini sugli spalti per assistere a una semplice partita di calcio” ha commentato l’allenatore del Genoa Gian Piero Gasperini. Come dargli torto?

Foto Lanteri

I Video di Calcioblog

Video, Olbia-Monza, Berlusconi ai tifosi: “Scusate, vi devo salutare perché devo andare a [email protected]