Milan, ufficiale: Pirlo rimane e chiuderà la carriera in rossonero

Al termine del famigerato G3, l’incontro tra Silvio Berlusconi, l’amministratore delegato del Milan Adriano Galliani e l’allenatore brasiliano Leonardo, arriva la notizia che molti tifosi rossoneri aspettavano: Andrea Pirlo rimane un giocatore del Milan. “Andrea Pirlo resta con noi, viene tolto dal mercato, resterà con noi e finirà la sua carriera nel Milan. Sapete che


Al termine del famigerato G3, l’incontro tra Silvio Berlusconi, l’amministratore delegato del Milan Adriano Galliani e l’allenatore brasiliano Leonardo, arriva la notizia che molti tifosi rossoneri aspettavano: Andrea Pirlo rimane un giocatore del Milan. “Andrea Pirlo resta con noi, viene tolto dal mercato, resterà con noi e finirà la sua carriera nel Milan. Sapete che è stato richiesto dal Chelsea con una proposta economica di alto livello. Abbiamo parlato anche con il giocatore e abbiamo ritenuto di accogliere la richiesta di Leonardo di tenerlo. Siamo felici di lui; abbiamo verificato che nella gestione degli uomini si è mostrato all’altezza della situazione con punte di straordinarietà” ha dichiarato il patron del club di Via Turati.

Intervistato da Milan Channel, il regista milanista ha espresso tutta la sua soddisfazione: “Oggi è una bellissima giornata sono contentissimo di poter chiudere qui la mia carriera. Questo grazie al Presidente Silvio Berlusconi, ad Adriano Galliani e soprattutto a Leonardo che togliendomi dal mercato mi danno la possibilità di chiudere qui la mia carriera. Quando mi hanno comunicato questa notizia eravamo tutti contenti, finalmente finisce la storia di quest’estate e possiamo proseguire l’avventura in rossonero. C’è stata la possibilità di cambiare squadra e avventura però alla fine di comune accordo, la società ed io abbiamo deciso di proseguire e siamo tutti più contenti. E’ stata un’estate travagliata con tanti dubbi però alla fine in famiglia siamo tutti più contenti di rimanere a Milano“.

Al termine dell’incontro tra il succitato trio, è emerso anche che il Milan è pronto a nuovi investimenti: “La società resta a disposizione del signor Galliani che avrà i fondi necessari per l’acquisizione di un forte attaccante che ha dato prova di continuità come goleador. Leonardo ha chiesto un ricambio nella rosa. Abbiamo già individuato alcuni nomi che piacciono al nostro allenatore. Il Milan ha già una pattuglia di attaccanti di livello, ma Leonardo non pensa sia possibile così sostenere un campionato con impegni bisettimanali” ha proseguito il Premier, alludendo come probabile a Luis Fabiano, neanche convocato dal Siviglia per l’amichevole che gli andalusi svolgeranno questa sera contro una squadra dilettante.

Infine, Berlusconi ha bacchettato il Real Madrid, autore di un mercato folle: “Con me hanno vinto tutti i tifosi che oggi sono così presi dalle vicende del Real Madrid e di altre squadre che mettono sul mercato cifre folli che non hanno niente a che vedere con l’economia e che in un periodo di crisi sembrano un sacrilegio. Ma questo è il calcio. E poi non basta aderire alla realtà del mercato per quanto riguarda il costo dei biglietti e le altre entrate commerciali. Questo è un non senso che fa piangere i bilanci di tutte le squadre di calcio“. Ma, ritornando alla notizia principale, quella della conferma di Pirlo, sorge una domanda forse un po’ maliziosa: non avevamo sentito lo stesso a gennaio quando si parlava di Kakà lontano da Milano?

I Video di Calcioblog