Klaas Jan Huntelaar è un giocatore del Milan: domani le visite mediche

Klaas Jan Huntelaar è un giocatore del Milan. L’olandese è arrivato a Milano oggi, dopo un’autentica trattativa lampo. Il presidente Berlusconi è arrivato ieri a Milanello in elicottero, ha incontrato Galliani e Leonardo e ha dato il via libera per investire i 15 milioni di euro necessari ai saldi aperti dal Real Madrid per assicurarsi

di


Klaas Jan Huntelaar è un giocatore del Milan. L’olandese è arrivato a Milano oggi, dopo un’autentica trattativa lampo. Il presidente Berlusconi è arrivato ieri a Milanello in elicottero, ha incontrato Galliani e Leonardo e ha dato il via libera per investire i 15 milioni di euro necessari ai saldi aperti dal Real Madrid per assicurarsi l’ex attaccante dell’Ajax. Luis Fabiano, obiettivo primario, costa troppo e Huntelaar è una “seconda scelta“, svenduto dal Real, ma a due settimane dall’inizio del campionato i rossoneri avevano bisogno dell’attaccante.

Il Cacciatore, questo il soprannome di Huntelaar in Olanda, è un attaccante d’area, il classico bomber alla Inzaghi, un finalizzatore non certamente una punta in grado di creare superiorità numerica e di ubriacare gli avversari con dribbling e finte. Complessivamente, tenendo conto dei problemi di budget, è la scelta più sensata per il mercato del Milan. Il 26enne attaccante è felice di essere arrivato nella squadra che tanta fortuna ha portato ad altri olandesi entrati nella storia del calcio, da Marco Van Basten a Gullit.

Volevo lasciare il Real Madrid e sono felice di essere arrivato al Milan. Arrivo in un ottimo club, dobbiamo giocare una grande stagione. Tutto è accaduto in fretta anche se qualche contatto nei giorni scorsi c’era stato. So che qui sono passati tanti campioni olandesi. Il Milan è un posto speciale, è come una grande famiglia e sono contento di farne parte. Il Milan e Milano sono un posto speciale per gli olandesi. Conosco molto bene Van Basten è stato anche mio allenatore nell’Ajax oltre che in Nazionale. Sono un attaccante che ama giocare per la squadra, cerco di aiutare la squadra facendo gol, mi piace giocare nel vivo, al centro dell’attacco, ho sempre segnato tanto giocando così. Inzaghi? Lo conosco, è un grande giocatore, la sua storia è importantissima nel Milan. Del resto il Milan ha tanti giocatori che militano nel club da molto tempo ed è anche per questo che si tratta di un gruppo tranquillamente paragonabile ad una famiglia. Certo, nessun giocatore è mai uguale all’altro e io non sono uguale a Inzaghi. È giusto che ogni atleta abbia le sue caratteristiche.


Huntelaar commenta anche con un certo sollievo la notizia che Andrea Pirlo sia stato dichiarato incedibile dalla società, i suoi assist gli faranno sicuramente comodo.

In genere stimo soprattutto i giocatori offensivi e nel Milan ce ne sono tanti, tutti di qualità. Pirlo? Sono contento che sia rimasto. L’ho visto giocare nell’Europeo 2008 e ho capito quanto sia importante per le squadre in cui milita.

I Video di Calcioblog