Gigi Buffon come Will Smith: “Io sono leggenda”, e difende la scelte di Lippi che ancora una volta non convoca Antonio Cassano

La nazionale riparte con la prima amichevole dopo deludente Confederation Cup di giugno. L’avversario di turno sarà la Svizzera, e Marcello Lippi non ha fatto mancare le novità promesse per cambiare rotta e tornare a fare i risultati che sono mancati in Sud Africa. I volti nuovi saranno quelli di Claudio Marchisio e Mimmo Criscito


La nazionale riparte con la prima amichevole dopo deludente Confederation Cup di giugno. L’avversario di turno sarà la Svizzera, e Marcello Lippi non ha fatto mancare le novità promesse per cambiare rotta e tornare a fare i risultati che sono mancati in Sud Africa. I volti nuovi saranno quelli di Claudio Marchisio e Mimmo Criscito che sono stati convocati per la prima volta in Nazionale e che scenderanno contestualmente in campo da titolari. Forse qualcuno avrebbe preferito più novità per questo test amichevole, dando anche il ben servito a qualche vecchietto, e allora ecco che a difendere il Mister, ma anche se stesso, ci ha pensato Gigi Buffon (Foto):

«La Confederations è stata una delusione, adesso dobbiamo ritrovare certezze, vittorie e una squadra che faccia bella figura. Siamo motivati, vogliamo festeggiare nel modo migliore il record di presenze di Cannavaro. Quando vado all’estero mi chiamano leggenda, come di recente quando sono stato avvicinato dai giocatori dell’Aston Villa. E ciò mi riempie di orgoglio. Poi torno in Italia e c’è chi si domanda perché noi vecchietti siamo ancora in Nazionale. Nel nostro Paese, insomma, c’è poco rispetto»

In ritiro manca il nome più acclamato dalla critica per la rifondazione azzurra, ovvero quello di Antonio Cassano che anche questa volta è stato escluso dalle convocazioni di Marcello Lippi. Ormai è chiaro che l’allenatore viareggino non ha un feeling caratteriale con Fantantonio e preferisce non convocare il doriano, seppure il suo contributo potrebbe risultare molto utile. Lippi evidentemente ha paura di non essere ascoltato nello spogliatoio dal barese e che la sua presenza possa turbare gli equilibri di un gruppo unito.

Si tratta di una grossa responsabilità, perché si sa che in Italia quando i giornalisti e gli appassionati vogliono un calciatore in nazionale che non viene convocato, solo la vittoria e il bel gioco sono la strada per evitare pesantissime critiche. Probabilmente l’allenatore della nazionale non gradisce neanche il fatto che Cassano sia così tanto spinto verso la nazionale dai Media e la scelta di non convocarlo potrebbe essere un chiaro segnale per quelli che vorrebbe influenzare le sua decisioni. Questi sono i convocati dell’Italia per la partita che avrà luogo questa sera a Basilea:

Buffon (Juventus) e Marchetti (Cagliari); Bocchetti (Genoa), Cannavaro (Juventus), Chiellini (Juventus), Grosso (Olympique Lione), Santon (Inter), Zambrotta (Milan), Criscito (Genoa); Camoranesi (Juventus), Marchisio (Juventus) , D’Agostino (Udinese), Palombo (Sampdoria), Pepe (Udinese), Pirlo (Milan); Di Natale (Udinese), Gilardino (Fiorentina), Iaquinta (Juventus), Quagliarella (Napoli) e Rossi (Villarreal).

Questa la probabile formazione:

(4-4-2) Buffon, Zambrotta, Chiellini, Cannavaro, Criscito, Camoranesi, Pirlo, Palombo, Marchisio, Rossi, Gilardino.

Convocati Svizzera:

Diego Benaglio (Wolfsburg), Marco Wolfli (Young Boys); Philipp Degen (Liverpool), Johan Djourou (Arsenal), Stephane Grichting (Auxerre), Stephan Lichtsteiner (Lazio), Ludovic Magnin (Stoccarda), Philippe Senderos (Arsenal), Reto Ziegler (Sampdoria); Tranquillo Barnetta (Bayer Leverkusen), Eren Derdiyok (Bayer Leverkusen), Gelson Fernandes (Saint-Etienne), Alexander Frei (Basilea), Benjamin Huggel (Basilea), Gokhan Inler (Udinese), Blaise Nkufo (Twente), Marco Padalino (Sampdoria), Pirmin Schwegler (Eintracht Francoforte), Marco Streller (Basilea), Johan Vonlanthen (Zurigo), Hakan Yakin (Lucerna)

I Video di Calcioblog

Ultime notizie su Amichevoli

Tutto su Amichevoli →