Mourinho non si fascia la testa dopo la sconfitta in Supercoppa: “Sarà comunque grande Inter”

L’1-2 patito a Pechino contro la Lazio in Supercoppa Italiana non ha depresso Mourinho e la sua Inter che, nonostante siano partiti con “zeru tituli” in bacheca, sono convinti di fare una grande stagione. Uno dei motivi di questa consapevolezza è il gioco, che il tecnico portoghese dice di aver affinato dopo la partenza di


L’1-2 patito a Pechino contro la Lazio in Supercoppa Italiana non ha depresso Mourinho e la sua Inter che, nonostante siano partiti con “zeru tituli” in bacheca, sono convinti di fare una grande stagione. Uno dei motivi di questa consapevolezza è il gioco, che il tecnico portoghese dice di aver affinato dopo la partenza di Ibrahimovic: “La ricerca del gioco di qualità era un’ossessione ed è ora un gran piacere per tutti. Quindi i risultati arriveranno sicuramente“. Per lo Special One grandi le prestazioni nerazzurre contro Milan, Monaco e Lazio, nonostante contro i biancocelesti sia arrivato un ko.

Ora altre due vetrine, prima di fare sul serio, fra 9 giorni a San Siro contro il Bari per la prima di campionato. Stasera il Trofeo Tim, la settimana prossima amichevole contro il Bahrain in Austria: “Le tante gare che ci sono state con le nazionali in questi giorni non mi permettono di lavorare con la squadra al completo e di avere a disposizione tutti per Pescara. E non questo non mi piace, perché, dopo essere stati in Cina, tanti giocatori sono stati in giro per il mondoSarà l’occasione per dare spazio a qualche giovane, per verificarlo in confronti con avversari importanti, e a quelli che hanno giocato meno o che non hanno disputato la gara di Supercoppa contro la Lazio come, ad esempio, Materazzi, Samuel, Vieira, Mancini o Quaresma“.

Ma ritornando alla partita di sabato scorso in Cina, Mourinho ha tenuto a precisare che non ha letto né commenti né critiche, aggiungendo che “non ne avevo sinceramente bisogno. Era più importante quello che avevo visto e quello che pensavo, quello che ‘sento’ dentro di noi. Chiaramente, dopo la sconfitta contro la Lazio c’era la frustrazione per il risultato negativo, ma è rimasta, forte, la grande consapevolezza dei nostri mezzi e di quello che potremo fare in questa nuova stagione“. Barba incolta, così ha parlato a Inter Channel. Il solito Mourinho. Il solito ego immenso.

I Video di Calcioblog