Ieri l’Albinoleffe ha pareggiato in extremis, e non senza sudare, nel match casalingo giocato contro l’Ascoli; di Torri, subentrato nella ripresa, il gol del pari. L’allenatore dei seriani, Emiliano Mondonico, a fine gara non si è presentato ai microfoni dei cronisti, nonostante avesse seguito la partita dalla panchina come ogni sabato. L’enigma è stato svelato dal patron Andreoletti:

“Emiliano Mondonico con la partita di oggi termina qui l’esperienza con l’Albinoleffe. Problemi personali lo hanno indotto ha lasciare il suo incarico. Non voglio andare oltre per il rispetto della privacy, vi invito a un applauso nei confronti del mister. Anche i giocatori non vogliono parlare proprio per il rispetto del loro mister. In serata emaneremo un comunicato stampa in cui forniremo anche dettagli sul suo successore, ma in questo momento questo è secondario. Per adesso Mondonico ci lascia temporaneamente, speriamo con tutto il cuore che possa risolvere i suoi problemi e tornare sulla nostra panchina”.

La curiosità degli astanti non si è placata, così il presidente dell’Albinoleffe ha dovuto tristemente confermare: “Purtroppo si. Per lui inizia una partita sicuramente più difficile rispetto a quelle che si giocano sul campo“. Mondonico, 63 anni da Rivalta d’Adda, Cremona, è molto amato nell’ambiente: ha guidato la piccola squadra della Val Seriana dal gennaio 2006 al giugno 2007 e, dopo la parentesi alla Cremonese, di nuovo dal 28 settembre del 2009 sostituendo Armando Madonna. Noto anche per gli appassionati di calcio che posseggono Mediaset Premium, essendo opinionista. Ora il club verrà affidato all’allenatore in seconda Daniele Fortunato, ex Toro, Atalanta e Juve.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG


Video Gol Catania – Milan 0-2 – Robinho, Ibrahimovic

Video Gol Inter – Palermo 3-2: Miccoli, Nocerino, Pazzini, Eto’o