Svolta epocale nel mondo del calcio: per la prima volta una squadra, l’Ancona, sarà guidata dalla chiesa.
E’ il centro sportivo della CEI, il CSI, il nuovo padrone della società marchigiana visto che costituendo una cordata di imprenditori cattolici ha rilevato l’80% della società dal vecchio presidente Sergio Schiavoni che resta comunque in possesso della sua carica e del restante 20%.
La prima svolta è quella dell’adozione di un codice etico che ha come punti guida il fair play e l’impegno sociale che porterà a varie iniziative e cambiamenti, ovviamente tutti dovranno aderirvi dal presidente ai giocatori fino ad arrivare ai magazzinieri e ai tifosi.

Le novità sono molte. Ad esempio i giocatori che si macchieranno di comportamenti antisportivi invece della solita multa dovranno svolgere ore di volontariato, gli stessi calciatori però saranno tutelati nel caso volessero svincolarsi. Gli utili della società saranno investiti tanto in opere nel terzo mondo quanto in Italia cercando di finanziare strutture legate storicamente al mondo del calcio come gli oratori.
Nemmeno i biglietti sfuggono a questo codice etico, guardare una partita sulle gradinate del Conero costerà di meno e i tifosi dovranno impegnarsi a non commettere atti di violenza di alcun tipo.

Secondo l’arcivescovo di Ancona Edoardo Menichelli quello della società dorica è un modo per moralizzare il mondo del pallone che ultimamente sta attraversando una grave crisi di valori.
Don Claudio Paganini del CSI si dice molto entusiasta di questo progetto spiegando che l’idea è stata suggerita da due eventi: il giubileo degli sportivi e la più recente Clericus Cup. Ma non vuole fermarsi qui, il sogno infatti è quello di arrivare ad una nazionale vaticana che possa essere anche strumento di dialogo con le altre religioni.

Intanto questo clima rinnovato pare portare bene all’Ancona che viaggia sicuro nel girone B di serie C1, dopo 7 partite la squadra è prima in classifica e pare essere lanciata per il ritorno in serie B dopo aver attraversato anni molto difficili e superato un fallimento.
Il nuovo progetto che prende il nome di “Progetto Soccer” sarà presentato ufficialmente mercoledì 10 ottobre a Roma. Il programma prevede una cerimonia ufficiale con la consegna della casacca rossa dell’Ancona al papa e nel pomeriggio una partita amichevole contro una selezione dei migliori giocatori della Clericus Cup.

Riproduzione riservata © 2023 - CALCIOBLOG

notizie serie c1 storie di calcio

ultimo aggiornamento: 08-10-2007


Le mani preziose di Casillas

Marco Borriello, finalmente!