Sedici persone, tra le quali ex giocatori di serie A, calciatori di serie minori ancora in attività, dirigenti di società, titolari di agenzie di scommesse e liberi professionisti, sono state arrestate questa mattina in tutta Italia nell’ambito di un’inchiesta condotta dalla squadra mobile di Cremona sul calcioscommesse. Tra di loro anche l’ex capitano della Lazio ed attaccante della Nazionale, Beppe Signori, per il quale sarebbero stati disposti gli arresti domiciliari.

Secondo gli inqurenti, gli indagati (in tutto una trentina) facevano parte di una vera a propria “organizzazione criminale creata allo scopo di manipolare incontri di serie B e di Lega Pro” a loro vantaggio. Nei confronti delle sedici persone che si trovano attualmente in carcere o agli arresti domiciali ci sarebbero, per gli investigatori, “prove inconfutabili” del tentativo di manipolare alcune partite tramite accordi verbali e impegni di carattere pecuniario.

L’indagine, partita sei mesi fa, avrebbe consentito inoltre di individuare la responsabilità dell’organizzazione in un non meglio precisato “grave evento” verificatosi in occasione di un incontro disputatosi al termine dello scorso anno proprio a Cremona. Altri arresti sono stati però eseguiti dagli uomini della polizia anche a Bari, Como, Bologna, Rimini, Pescara, Ancona, Ascoli, Ravenna, Benevento, Roma, Torino, Napoli e Ferrara.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

beppe signori calcioscommesse notizie

ultimo aggiornamento: 01-06-2011


Piero Chiambretti affranto: “Mi sono vergognato di essere granata”

Foto – La nuova maglia del Chelsea | Stagione 2011/2012