Antonio Cassano è furioso con i suoi tifosi e non ci sta ad essere fischiato dopo un avvio di stagione esaltante della sua Sampdoria. I tifosi forse non hanno digerito la sconfitta pesante di mercoledì sera sul campo della Juventus (FotoVideo), e neanche il pareggio casalingo di oggi contro il Bari. Cassano ha perso le staffe e manda un ultimatum ai suoi tifosi: «Qui si sono abituati bene, forse troppo. Forse si sono abituati a mangiare troppa nutella, quando invece per una volta mangiano merda. Ho sentito fischi e mugugni, se a qualcuno non vado bene posso andare a casa senza problemi: l’ho fatto a Roma, l’ho fatto anche a Madrid, se è il caso faccio le valigie e me ne vado anche da qui». (Le Foto di Samp – Bari 0-0Le Foto di Antonio Cassano)

Oggettivamente la partita odierna della Sampdoria non è stata in linea con il campionato giocato fin ad esso, ma secondo Cassano, quello dei fischi, non è un problema che si è presentato solamente oggi: «Nei miei confronti, da tre-quattro partite sento fischi e una parte del pubblico mi massacra già da qualche tempo. La Sampdoria è seconda in classifica, sta facendo benissimo e non deve certo inseguire l’Inter che fa un altro campionato». Probabilmente qualche tifoso doriano ha perso di vista la realtà e invece di ringraziare questa squadra per i risultati ottenuti fino ad adesso, in modo inaspettato e assolutamente spettacolare, ha iniziato a pretendere troppo.

Anche l’allenatore Gigi Del Neri chiede maggiore tranquillità ai tifosi: «Ci vuole equilibrio. Io credo che la gente voglia bene alla Sampdoria, a fischiare è stata solo una minoranza. Bisogna essere in grado di accettare le cose sia quando vanno bene sia quando non è così». Sulla stessa linea dell’allenatore, arrivano anche le dichiarazioni del capitano blucerchiato Angelo Palombo: «Credo che uno sfogo sia naturale (quello di Cassano n.d.r.) comunque è vero, qualche fischio l’ho sentito anch’io. Sono sorpreso anche perchè siamo secondi in classifica e penso che questa squadra non meriti i fischi. Siamo umani e possiamo sbagliare». La dimostrazione che Cassano si trovi in un ambiente che lo appoggia, la dà anche l’amministratore delegato Beppe Marotta che difende il barese: «Fischi assurdi per una squadra seconda in classifica, c’è una parte di tifoseria che pretende troppo. Capisco il suo sfogo». Forse qualcuno a Genova sta pensando troppo in grande.

Il Tabellino

SAMPDORIA-BARI 0-0

SAMPDORIA (4-4-2): Castellazzi; Cacciatore (dal 20′ s.t. Zauri), Gastaldello, Rossi, Ziegler; Mannini, Palombo, Poli (dal 32′ s.t. Tissone), Franceschini (dal 9′ s.t. Accardi); Pazzini, Cassano. (Fiorillo, Lucchini, Pozzi, Bellucci). All.: Del Neri.

BARI (4-4-2): Gillet; Masiello, Ranocchia, Bonucci, Masiello; Alvarez, Donati, Almiron, Langella (dal 42′ s.t. Koman); Barreto, Kutuzov (dal 10′ s.t. Meggiorini). (Padelli, Parisi, Stellini, Gazzi, Antonelli). All: Ventura.

ARBITRO: Valeri di Roma.

NOTE: spettatori: 26.000 circa, di cui 5.774 paganti, per un incasso lordo di 103.283 euro. Ammoniti: Rossi, Langella, Poli, Accardi, Castellazzi per gioco scorretto, Donati per proteste. Al 46′ s.t. Barreto fallisce un rigore.

Le Foto di Sampdoria – Bari 0-0





















































Le foto di Antonio Cassano























































Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG


Fiorentina – Catania 3-1: Marchionni e Vargas protagonisti assoluti

Video: Highlights – Palermo – Genoa 0-0