La Juventus raddrizza una partita nata male che, in altri tempi, sarebbe finita sicuramente peggio. I bianconeri, pur non giocando sicuramente una delle partite migliori della stagione, superano un Catania coriaceo e ottimamente messo in campo da Vincenzo Montella, che fino all’espulsione di Motta era riuscito ad arginare le sfuriate dei padroni di casa. Il migliore in campo della squadra allenata da Conte si chiama Andrea Pirlo, autore del gol del pareggio (facilitato dalla barriera mal posizionata) e dispensatore di assist e punizioni al bacio. A fine partita Antonio Conte, dai microfoni di Sky Sport, elogia lo spirito della sua squadra:

“Non era mai successo di andare sotto in casa, siamo stati bravi e maturi a non perdere la testa. In tanti aspettavano il nervosismo da parte nostra, invece la squadra ha dimostrato grande maturità. Il turn-over l’ho adottato per gestire questo momento con tante partite, e poi per far giocare chi ha giocato meno. La squalifica di Ibra? C’è una giustizia, e confidiamo che sarà presa una decisione giusta. Noi siamo sereni, con o senza Ibra noi andremo a S. Siro per fare la nostra partita. Lo stesso varrà per il Milan che cercherà di infliggerci la prima sconfitta. L’arbitro stasera credo abbia diretto in maniera impeccabile. Complimenti a lui, ma anche ai miei giocatori e al Catania, squadra in forma e con grandi motivazioni. Lo Monaco? Il calcio è uno show, uno spettacolo. Sappiamo le dinamiche, e c’è grandissimo rispetto nei confronti di Lo Monaco. Sta facendo grandi cose a Catania”.

Dall’altra parte Montella non ha nulla da rimproverare ai suoi giocatori:

“Giocare in uno stadio così e contro una squadra che è forte nei singoli, ma che ha anche una grande mentalità e che gioca con grande continuità e intensità non è facile. Faccio complimenti alla mia squadra che ha cercato di fare sempre la partita concedendo il minimo necessario alla Juve. Abbiamo subito i tre gol per errori individuali e di posizionamento su palle da fermo, ma nonostante tutto ci abbiamo sempre provato e anche sull’1-1 e in 10 abbiamo avuto la palla dell’1-2, ma è stato bravo Buffon su Almiron. C’è un po’ di amarezza perché per come si era messa la partita poteva esserci un risultato diverso, dobbiamo imparare ad essere più maliziosi in certe fasi della partita, ma lo sappiamo che questa squadra deve crescere, speriamo che lo faccia in fretta, ma ripeto, faccio i complimenti ai ragazzi”.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG


Highlights Juventus – Catania 3-1 | Video Gol Serie A

Filippo, piccolo interista e il suo striscione: “Potete vincere…”