Domani sera allo Stadio Giuseppe Meazza di Milano scenderanno in campo, ore 20.45, Milan e Juventus per l’andata delle semifinali di Coppa Italia; è previsto un gelo artico (-3 °C con 60% di umidità) ma di sicuro non mancherà l’agonismo per queste due formazioni che si stanno dando battaglia in stagione in campionato e che si sfideranno in coppa di lega per la nona volta (i precedenti vedono i rossoneri in vantaggio con tre vittorie contro le due dei bianconeri, tre i pareggi). Dopo la squalifica di Zlatan Ibrahimovic che, salvo riduzioni di pena, non potrà incontrare la Vecchia Signora in campionato fra tre turni, sarà l’occasione proprio per vedere lo svedese battagliare contro Giorgio Chiellini, che dovrebbe stazionare al lato di una difesa a tre con Bonucci e Caceres. Antonio Conte, tecnico dei piemontesi, non pensa agli avversari e pensa alla sfida di domani sera concentrandosi solo sulla sua squadra:

“Ci teniamo ad andare in finale. Affronteremo un avversario probante come il Milan, forse avremmo gradito un sfida meno impegnativa per avere più chances di passare il turno. In campionato i rossoneri sono strafavoriti, ma nella doppia sfida secca conta molto la forma attuale. Ho grande stima e rispetto per Allegri, a Milano ha avuto la sua grande occasione”.

E come detto quando si parla di Zlatan Ibrahimovic glissa:

“Le tre giornate di squalifica a Ibra? Non devo giudicare io, ci sono organi competenti, bisogna attenersi alle decisioni. Ho stima e ammirazione nei confronti di un calciatore capace di determinare le partite. Di Ibra non puoi che parlare bene, ha sempre vinto ovunque sia andato, spostando gli equilibri. Ho rispetto per l’uomo e per il campione. Quanto perde il Milan senza di lui? Bisogna vedere dopo queste 3 partite, ma l’anno scorso i rossoneri fecero più punti senza di lui”.


Giocheranno subito tutti e tre i nuovi acquisti più Marrone, oltre al portiere ufficiale della competizione Marco Storari, tireranno dunque il fiato titolarissimi come Barzagli e Lichtsteiner. Il Milan invece dovrà fare a meno di pedine fondamentali, ma più per infortunio che per scelta tecnica (le ultime due defezioni eccellenti sono quelle di Abbiati e Nesta); Massimiliano Allegri è comunque fiducioso:

“Domani servirà grande agonismo, anche perché ci teniamo ad arrivare fino in fondo alla competizione. Bisognerà fare bene e non compromettere la finale. Psicologicamente può essere molto importante anche in chiave scudetto. In questo momento dobbiamo stare calmi e concentrati su ciò che dobbiamo fare in campo senza; farci distrarre da quanto si dice fuori da Milanello. Non è un momento di crisi; ci sono mancati alcuni risultati ma domenica anche la Juventus ha pareggiato in casa e quindi siamo in linea”.

E non può esimersi dal parlare della squalifica di Ibrahimovic:

“Ibrahimovic ha pagato un po’ per tutti. Ha commesso un gesto non bellissimo, è andato in difesa di Nocerino perché lo ha visto piccolino… In partita capitano episodi simili e non sempre sono puniti. Domenica Zlatan ha pagato per tutti, ora aspettiamo l’appello. Lui è carico, con questo stop farà un po’ di turnover, anche se era meglio non fosse successo”.

Queste le probabili formazioni della sfida di domani tra Milan e Juve, andata delle semifinali di Coppa Italia:

Milan (4-4-2): Amelia, Abate, Mexes, Thiago Silva, Antonini, Ambrosini, Van Bommel, Emanuelson, Seedorf, Ibrahimovic, Maxi Lopez. All: Allegri.
Juventus (3-5-2): Storari, Caceres, Bonucci, Chiellini, Padoin, Giaccherini, Pirlo, Marrone, Estigarribia, Borriello, Del Piero. All. Conte.

Foto | © TMNews

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG


Video Tapiro d’oro per Ibra: “Ho fatto una cavolata” – Galliani: “Era solo un buffetto”

Coppa Italia, vigilia di Siena-Napoli: le parole di Sannino e Gargano