Ieri sera al Friuli di Udine s’è vista una bella partita con un’Udinese spumeggiante che ha domato un Cagliari un po’ troppo morbido; se il protagonista in positivo è stato Totò Di Natale, dispensatore di giocate assolutamente sopraffine, dall’altro lato abbiamo assistito a un black-out della testa del ghaniano Sulley Muntari, espulso e spedito sotto la doccia a fine primo tempo.
Coi bianconeri in vantaggio di due gol a zero, il centrocampista ha iniziato a innervosirsi puntando soprattutto Capone; prima ha ricevuto il giallo e al terzo fallo, tutti al limite, è stato espulso senza troppi complimenti dall’arbitro Herberg di Messina. Nell’uscire dal campo Muntari ha pure apostrofato il suo tecnico Galeone per poi andare negli spogliatoi chiaramente contrariato. Cosa mai sarà successo?
Galeone spiega l’accaduto a fine partita: “E’ colpa mia. Gli chiedevo di giocare a due tocchi, stoppare la palla e darla, lui si è arrabbiato e ha buttato all’aria tutto. Aveva perso 2-3 palloni in mezzo al campo, non l’ho offeso, gli ho solo detto di giocare a due tocchi per impostare il contropiede, ma è il suo carattere, che ci posso fare?“.
L’africano è coinvolto in una trattativa che la sua squadra sta facendo con lo Spartak Mosca: chissà se dopo il teatrino di ieri sera il suo trasferimento in Russia si fa più vicino…

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

notizie personaggi Udinese

ultimo aggiornamento: 17-12-2006


L’ ultima copertina

L’Internacional è campione del mondo