Dopo aver sperimentato per un paio d’anni diverse soluzioni tecnico/tattiche, la Roma sembra ver finalmente trovato l’uomo guida, il faro del centrocampo. Si tratta di quel David Pizarro che nella fredda e umida Milano era spesso intento a scaldare la panchina nerazzurra, in attesa che qualche compagno gli cedesse il posto per infortunio o squalifica.
Quel Pizarro a lungo inseguito da mister Spalletti e dopo tanti tira e molla finalmente sedotto e ammaliato dal fascino di Roma. Ora c’è poco tempo per pensare e ricordare.
Il big match tra Roma e Inter è alle porte: in palio non solo i tre punti, ma la possibilità per i giallorossi di staccare in classifica la favorita per il titolo, di prendere ancora più coscienza dei propri mezzi, del proprio potenziale:
“Sarà una partita importante per noi come finirà l’incontro e come andrà il nostro campionato dipenderà solo da noi. Ma quello di arrivare davanti all’Inter è tutt’altro che un sogno impossibile. I presupposti per essere davanti a loro adesso e alla fine ci sono, dobbiamo solo restare umili e lavorare”.

Scorrendo la rosa dei milanesi, è inutile negarlo, si leggono nomi di valore mondiale:
“Sulla carta è fortissima, per ogni ruolo ha due giocatori dello stesso livello. Le mie critiche? Quando ho detto in passato certe cose sul fatto che bisognava essere solo bravi a mettere in campo i giocatori, non mi riferivo a Mancini, ma ai calciatori. Nel senso che quest’anno devono vincere per forza visto ciò che ha messo in piedi Moratti”.

via | Tgcom.it

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

Inter notizie personaggi Roma

ultimo aggiornamento: 19-09-2006


Rossi si è dimesso. E adesso?

Verso Fiorentina – Parma