Daniele De Rossi è stato squalificato per tre giornate dalla Commissione disciplinare della Uefa dopo la gomitata volontaria e gratuita a Dario Srna, capitano dello Shakhtar Donetsk durante la gara di ritorno degli ottavi di finale di Champions League. Il centrocampista della Roma non sarà disponibile dunque per le prossime tre gare delle competizioni Uefa, quelle che presumibilmente i giallorossi giocheranno nella prossima stagione.

Il gesto violento ed anti-sportivo costerà a De Rossi anche la convocazione di Cesare Prandelli per le gare dell’Italia in programma venerdì 25 in Slovenia (partita importante per il cammino degli azzurri verso Euro 2012) e martedì 29 contro l’Ucraina a Kiev (in questo caso un’amichevole con la selezione di uno dei due paesi organizzatori). Non c’entrano le squalifiche in questo caso, ma si tratta di una conseguenza “inevitabile” del codice comportamentale istituito dal Ct che non può conoscere eccezioni per nessuno.

La mancata convocazione è una punizione, la logica è semplice “se non sei un esempio dentro e fuori dal campo non puoi rappresentare l’Italia“. Stessa sorte, dunque, rischia di subire Mario Balotelli. L’attaccante, nel pre partita alle prese con alcune comiche difficoltà anche nell’indossare la pettorina per il riscaldamento, è stato espulso per il calcio a Popov durante Manchester City – Dinamo Kiev e subirà certamente una squalifica. L’episodio mette in imbarazzo Prandelli, bisogna chiaramente valutare la volontarietà del gesto per comminare una sanzione come quella dell’esclusione della lista dei convocati. La patata bollente è nelle mani del commissario tecnico che scioglierà la riserva soltanto domenica quando diramerà il comunicato con le sue scelte.

Voi cosa fareste al posto di Prandelli?

Riproduzione riservata © 2023 - CALCIOBLOG


Juventus: stagione finita per Vincenzo Iaquinta

Probabili Formazioni della 30esima Giornata di Serie A