Prime parole da allenatore della Fiorentina per Delio Rossi, subentrato ieri alla guida dei viola in seguito all’esonero di Sinisa Mihajlovic. L’ex tecnico di Lazio e Palermo è cauto sulle possibilità della squadra di inseguire obiettivi ambiziosi, ma spera di non deludere le aspettative dei tifosi e della società toscana:

“Ho sentito telefonicamente Andrea e Diego Della Valle e il presidente esecutivo. Mi ha fatto piacere il messaggio di benvenuto del sindaco di Firenze. Promesse? Io faccio l’allenatore, non vendo niente, non faccio il rappresentante.L’unica cosa che posso vendere è la mia professionalità. Sicuramente se si è cambiato un allenatore significa che qualcosa non va benissimo. Fare promesse non è nel mio stile, farò di tutto per portare in alto questi colori. Penso che sia sciocco fissare adesso un obiettivo, questo lo si può fare solo in primavera. Ringrazio la società per darmi l’opportunità di vivere una sfida affascinante. Il mio secondo pensiero va a Mihajlovic, in questo momento qualsiasi frase sarebbe di circostanza, gli posso dire solo che chi non è abituato a cadere non sa rialzarsi. Non ero fermo perchè non avevo avuto occasioni, però mi conosco, ci deve essere qualcosa di intuitivo che mi fa dire di sì. Penso che questa sfida valga la pena viverla. So che c’è molta aspettativa nei miei confronti, spero di esserne degno”.

Queste invece le parole del serbo, per il quale si vocifera di un futuro alla guida della nazionale del proprio paese, clamorosamente estromessa dall’Estonia dai playoff per la qualificazione a Euro 2012 e in cerca di riscossa in vista dei mondiali brasiliani del 2014:

“Sono dispiaciuto e so che devo chiedere scusa a tutti, alla società e ai tifosi. Dico a tutti che quello che avevo l’ho messo sul campo. Non è bastato. Scusate, mi dispiace tremendamente. Ora cosa faccio? La prima cosa sarà analizzare i miei errori, perché certamente ne avrò commessi”.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

Delio Rossi Fiorentina notizie sinisa mihajlovic

ultimo aggiornamento: 08-11-2011


Zlatan Ibrahimovic: “Quel giorno che ho visto Moggi piangere…”

Calciopoli – Sentenza shock per Moggi: Tutti condannati!