Domani pomeriggio il Cagliari salirà per la 32esima volta a Torino per affrontare la Juve in campionato: nei 31 precedenti tra le due squadre in Piemonte i sardi sono riusciti a fare bottino pieno in 2 sole occasioni (l’ultima nel 2009 con un 2-3 firmato dall’ora juventino Alessandro Matri), mentre per 18 volte hanno vinto i padroni di casa (la scorsa stagione finì 4-2 con tripletta di Milos Krasic). C’è grande attesa per la partita di domani allo Juventus Stadium: i bianconeri sono imbattuti e a 2 giornate dalla fine del girone d’andata hanno serie possibilità di arrivare al giro di boa senza aver conosciuto sconfitte, per di più in un giorno in cui si affrontano, alla sera, Milan e Inter. Dunque per i bianconeri la ghiotta opportunità di rimanere soli in vetta alla graduatoria, anche se mister Antonio Conte non si fida di questo Cagliari, reduce dal roboante 3-0 al Sant’Elia contro il Genoa:

“Non penso al derby, il mio primo pensiero è vincere contro il Cagliari. Non sarà facile, i nostri avversari sono in ottima forma, e qui si sta dando per scontato la nostra vittoria, ma di scontato non c’è nulla. Voglio allungare, domani alle 17 voglio essere da solo in testa alla classifica, a + 3 dal Milan, poi vedremo cosa succederà”.

Come giocherà la squadra? E ancora, Borriello sarà della partita? Conte parla apertamente:

“Borriello è la prima settimana che si è allenato con noi, è inevitabile che debba lavorare; la condizione fisica non è al pari degli altri. Bisogna essere bravi a portarlo alla stessa condizione del resto della squadra; ancora non ho deciso se convocarlo per la partita di domani. Detto questo, tutti possono giocare con tutti, l’importante è che siano funzionali alla mie idee. Volendo può anche giocare insieme a Matri. Con Matri non ho parlato dell’arrivo di Borriello: con i giocatori mi confronto su questioni tecniche e tattiche, non su arrivi o cessioni. Estigarribia terzino (sarà squalificato Chiellini, ndr)? Abbiamo la certezza che si chiama De Ceglie, che nel nuovo sistema di gioco per alcuni equilibri si è ritrovato in panchina. Ma lui mi dà grandi certezze. E’ chiaro che si provano soluzioni alternative con Marcelo, che ha meno attitudini difensive di Paolo”.

Conte non vuol sentir parlare di Juve come l’anti-Milan (“I rossoneri sono favoriti, e noi non siamo l’unica alternativa“), ma su una cosa è certo e diventa anche esigente: “Ho bisogno di coesione dentro e fuori dal campo. Contro il Cagliari voglio una bolgia, il pubblico ci deve dare una mano ed essere il nostro 12esimo uomo in campo, domani più che mai“. Dunque ci sono tutti gli ingredienti per l’ennesimo bel pomeriggio di sport allo Juventus Stadium, a tal proposito diamo un’occhiata alle probabili formazioni della gara:

JUVENTUS: Buffon; Lichtsteiner, Barzagli, Bonucci, De Ceglie; Vidal, Pirlo, Marchisio; Pepe, Matri, Vucinic. A disposizione: Storari, Sorensen, Pazienza, Estigarribia, Giaccherini, Del Piero, Borriello. All. Conte.
CAGLIARI: Agazzi; Pisano, Canini, Astori, Agostini; Dessena, Ekdal, Nainggolan; Cossu; Larrivey, Ibarbo. A disposizione: Avramov, Ariaudo, Gozzi, Conti, Ceppelini, El Kabir, Thiago Ribeiro. All. Ballardini.

Fischio d’inizio alle ore 15, arbitrerà la sfida il signor Guida con gli assistenti Alessandroni e Giallatini, quarto uomo il signor Baracani.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG


Allegri rinnova fino al 2014 prima del derby – Chi vincerà la stracittadina?

Highlights Catania-Roma 1-1 (sospesa per pioggia al 65′) | Video Gol