Pareva un futuro già scritto: il friulano Edy Reja era stato esonerato lo scorso marzo dal presidente De Laurentiis, sollevato dall’incarico di allenatore del Napoli dopo 5 anni più che fruttuosi (dalla C1 alla Coppa Uefa) e destinato da settembre a far parte dell’area tecnica del club partenopeo. Lui, vecchio cuore goriziano, era rimasto legato al capoluogo campano e senza isterismi aveva accettato di farsi da parte pur rimanendo nell’organigramma del club napoletano. Ma quando la panchina chiama, beh, è difficile dirle di no e così alla fine ha salutato tutti, ha fatto le valigie e se ne è andato fino a Spalato per allenare l’Hajduk.

La squadra non vince da 4 stagioni (vanta 8 campionati croati e 9 jugoslavi) e anche quest’anno è in chiara difficoltà: prime 4 partite e solo 2 punti, tredicesimo posto (su sedici squadre) con la Dinamo Zagabria che viaggia a punteggio pieno. Così l’ex udinese Ivica Suriak ha pensato a Edy Reja: “L’obiettivo è un campionato di transizione quest’anno, cercando di raggiungere l’Europa League, e di vincere il torneo l’anno prossimo” ha spiegato il dirigente del club croato. Dall’ipotesi alla realtà, il tutto è stato molto veloce. “L’Hajduk è un club con una grande tradizione. Mi ha colpito l’entusiasmo del presidente, l’obiettivo è riportare la squadra ai fasti di un tempo. Per me si tratta di una bella sfida” ha dichiarato Reja.

Spalato è una città che somiglia molto a Napoli, i tifosi sono passionali come i napoletani” ha chiosato il goriziano nella conferenza stampa di presentazione. Nella squadra dovrà fare affidamento, soprattutto per la lingua, a Anthony Seric, ex Verona, Brescia, Parma e Lazio che aveva iniziato nell’Hajduk 13 anni fa e che ci è ritornato dopo l’Italia, la Grecia e la Turchia. Per il resto la rosa del club appare modesta, la sfida per Reja sarà davvero probante; ha firmato un contratto di 2 anni da 400mila euro a stagione: è il primo italiano a militare, sia da allenatore che da giocatore, nel campionato croato. In bocca al lupo!

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG


A Bari arriva il texano Barton: “Pensiamo a salvarci, poi sarà grande Bari”

Scontro Lippi – Mourinho: il ct pronostica la Juve quale vincitrice dello scudetto, lo Special One se la prende