Quasi sicuramente la vedremo accanto a Bonolis in una serata del Festival di Sanremo: è la quasi 31enne palermitana Eleonara Abbagnato (Fotogallery), la prima ballerina étoile all’Opéra Garnier di Parigi. Non conosciutissima a queste latitudini, la nostra conterranea è in realtà una stella Oltralpe e quando si esibisce in scena Parigi tutta si muova per andare ad ammirare le sue piroette; tuttavia in questi giorni il suo nome sta circolando con insistenza e non solo per la kermesse canora di cui farà parte. Accostata in passato a Lapo Elkann, col quale non s’è mai saputo ufficialmente se avesse avuto una storia, negli ultimi tempi il suo nome era apparso accanto a quello di Marco Borriello.

Galeotte delle foto con il giocatore del Milan, ma quest’ultimo ha dichiarato ufficialmente di esser single e di star pensando esclusivamente a recuperare dall’infortunio. Tanto più perché Chi ha asserito che la bella Eleonora starebbe con Rolando Bianchi, centravanti del Torino più piccolo di lei di 5 anni: conosciutisi in una cena palermitana in cui era presente anche Ernesto Bronzetti, l’ex citizen l’ha tempestata di attenzioni e di sms per 5 mesi, salvo poi riuscire a conquistare il suo cuore.

Da giugno i due si vedono assiduamente tra Torino, Milano e Parigi, un colpo sui generis per Bianchi che ieri sera ha giocato a Roma in Coppa Italia contro la Lazio; a parte il gol vittoria contro il Napoli, non sta attraversando un momento d’oro e anche domenica scorsa Novellino l’ha lasciato fuori a vedere i compagni giocare contro la Roma. Di certo non lo possiamo compiangere, visto che può consolarsi con una donna fine e di classe, un’artista che parla, pensa e legge in francese e che per mantenere le origini col suo Paese guarda di tanto in tanto Rai Uno.




Le foto di Eleonora Abbagnato














Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

Gossip marco borriello Nuda nudo personaggi Rolando Bianchi

ultimo aggiornamento: 23-01-2009


Lecce: ecco Edinho, il “fratello maggiore” di Pato

Avellino: penalizzazione dimezzata, gli irpini scavalcano il Treviso