L’urna non è stata certo amica della Danimarca, la squadra allenata da Morten Olsen è finita in un vero e proprio girone di ferro dove a farle compagnia ci sono due delle favorite per la vittoria finale, Olanda e Germania, e il sempre pericoloso Portogallo che ha come unico limite, storico tra l’altro, la discontinuità. Ma la cattiva sorte li ha accompagnati anche in questi giorni di avvicinamento al torneo, il riferimento è soprattutto all’infortunio del portiere Thomas Sorensen avvenuto nel corso della partita amichevole contro il Brasile. Il giocatore era uno dei punti di riferimento dell’intera squadra, dall’alto delle sue 101 presenze in nazionale, al suo posto è stato chiamato Kasper Schmeichel, figlio del campione d’Europa Peter, ma tra i pali ci sarà Stephan Andersen, attualmente in forza all’Evian Thonon.

Stella assoluta di questo gruppo è sicuramente il centrocampista offensivo dell’Ajax Christian Eriksen, classe 1992 si è mostrato al mondo già ai Mondiali sudafricani, è lui l’uomo che può inventarsi la giocata risolutiva. A completare il trio di trequartisti che agiranno dietro l’unica punta, Bendtner del Sunderland, ci saranno i due del Brøndby, il vecchio Rommedahl (sempre ottimo ma ormai trentaquattrenne) e Krohn-Dehli. A fare da diga davanti alla difesa ci sarà una vecchia conoscenza del calcio italiano, quel Christian Poulsen ex Juve, e Kvist del Norimberga. Sempre per restare collegati alla nostra Serie A, sarà titolare fisso nonostante la sua ultima stagione non sia stata da incorniciare anche il romanista Simon Kjaer.

La Danimarca torna agli Europei dopo aver saltato l’edizione passata, quella del 2008, era presente invece nel 2004 in Portogallo dove fu eliminata ai quarti ai quali era approdata dopo l’ormai celebre 2-2 con la Svezia, che rappresentò un amarissimo biscotto per l’Italia. Il suo miglior risultato è stato ovviamente il trionfo del 1992 in un’edizione alla quale nemmeno avrebbe dovuto partecipare dal momento che fu richiamata all’ultimo momento per la sospensione della Jugoslavia a causa della guerra civile in cui era sprofondato il paese. Il miglior piazzamento ai Mondiali sono invece il quarto di finale raggiunto nel 1998 in Francia. Pochi lo sanno ma i danesi possono vantare anche la vittoria di un Confederations Cup, ottenuta battendo in finale l’Argentina nel 1995, il torneo ancora non era così pubblicizzato dalla Fifa e si svolse in Arabia Saudita.

Le qualificazioni

La Danimarca è arrivata agli Europei vincendo il gruppo di qualificazione, il Girone H, dove ha dovuto lottare con il Portogallo che ora si ritrova a dover affrontare anche in Ucraina. Il cammino dei danesi è stato assolutamente impeccabile, su 8 partite la squadra di Olsen ne ha vinte 6, tutte in casa, concedendosi passi falsi soltanto in Portogallo (sconfitta per 3-1 senza appello) e in Norvegia, dove dopo aver condotto per tutta la partita è stata raggiunta dal gol di Huseklepp a pochi minuti dalla fine. Un primo posto insperato che dimostra quanto questa squadra possa essere pericolosa nonostante non si trovi ad attraversare uno dei migliori periodi della sua storia.

I prossimi avversari

Come detto il gruppo B che ospita la Danimarca è assolutamente proibitivo per la rappresentativa di Olsen. Si parte subito con la sfida all’Olanda poi arriva Cristiano Ronaldo con il suo Portogallo, una vittoria a testa nel girone di qualificazioni, si chiude con la Germania da molti indicata come la favoritissima alla vittoria finale. Le chance di passaggio del turno non sono tantissime, certo non si possono escludere clamorose sorprese, in fondo anche nel 2004 nessuno avrebbe scommesso che la Danimarca avrebbe prevalso sull’Italia. Più ragionevolmente Eriksen e compagni dovranno puntare a fare bella figura, racimolare qualche punto e, perché no, fare da ago della bilancia nella sfida per il passaggio ai quarti di finale delle altre tre contendenti.

Sabato 9 giugno: Olanda – Danimarca, 18.00, Charkiv
Mercoledì 13 giugno: Danimarca – Portogallo, 18.00, Leopoli
Domenica 17 giugno: Danimarca – Germania, 21.45, Leopoli

La rosa dei 23

Portieri:
Kasper Schmeichel (Leicester City), Stephan Andersen (Évian Thonon Gaillard FC), Anders Lindegaard (Manchester United FC).

Difensori:
Lars Jacobsen (FC København), Daniel Wass (Évian Thonon Gaillard FC), Daniel Agger (Liverpool FC), Simon Kjær (AS Roma), Andreas Bjelland (FC Nordsjælland), Simon Poulsen (AZ Alkmaar), Jores Okore (FC Nordsjælland).

Centrocampisti:
Christian Poulsen (Évian Thonon Gaillard FC), Jakob Poulsen (FC Midtjylland), William Kvist (1. FC Nürnberg), Niki Zimling (Club Brugge KV), Thomas Kahlenberg (Évian Thonon Gaillard FC), Christian Eriksen (AFC Ajax), Michael Silberbauer (BSC Young Boys), Lasse Schøne (NEC Nijmegen).

Attaccanti:
Dennis Rommedahl (Brøndby IF), Nicklas Bendtner (Sunderland AFC), Michael Krohn-Dehli (Brøndby IF), Tobias Mikkelsen (FC Nordsjælland), Nicklas Pedersen (FC Groningen).

Allenatore:
Morten Olsen.

Foto | © TMNews

Riproduzione riservata © 2023 - CALCIOBLOG

Danimarca europei 2012 schede squadre euro 2012

ultimo aggiornamento: 01-06-2012


La provocazione di Prandelli: “Se volete all’Europeo non ci andiamo”

Highlights Italia – Russia 0-3 | Video Gol Amichevole pre-Euro 2012