Domani pomeriggio lo stadio Franchi di Firenze sarà gremito in ogni ordine di posto. Anzi no, perché nel settore che usualmente è riservato alla tifoseria ospite non ci sarà nessun supporter bianconero: Fiorentina-Juventus, sicuramente il big match della settima giornata di campionato, sarà infatti vietata agli juventini. Queste misure precauzionali non mineranno però lo spettacolo del rettangolo di gioco dove ci si attende una Vecchia Signora presente eccome, contro dei Viola che vorranno far felici i proprio tifosi e confermare il bel gioco che fino ad ora li ha contraddistinti. Dunque partita da 1-X-2, partita che sarà arbitrata dall’ottimo Rizzoli e che vedrà opporsi diversi ex: Chiellini e Ranieri (oltre lo squalificato Zanetti) sono i giocatori della Juve che in passato sono stati legati al club toscano, mentre Prandelli, Vieri, Mutu e Balzaretti hanno tutti vestito la casacca bianconera in tempi più o meno recenti.

Di seguito le interviste pre-gara, le probabili formazioni e alcune statistiche inerenti alla partita.

Gli ospiti dovrebbero rispolverare lo schema utilizzato da Ranieri in quel di Roma contro Totti e soci, cioè un 4-3-1-2 con Iaquinta (ormai recuperato) e Trezeguet avanti a un Del Piero versione rifinitore. Centrocampo a 3 con Nocerino e Nedved e presumibilmente Almiron (che è in vantaggio su Tiago) e difesa composta dal duo Chiellini-Legrottaglie al centro con l’enigma terzini: due ballottaggi e cioè quello tra Grygera e Zebina per la fascia destra e quello tra Criscito e Molinaro per la corsia mancina. Il ceco e il piccolo napoletano paiono in vantaggio per la maglia da titolare; in porta ovviamente Buffon.
“Ho vissuto quattro anni laggiù. Porto simpatia per questa squadra, così come tutte le altre in cui sono stato. Affrontiamo una rivale che è più avanti di noi, Prandelli è già al terzo anno sulla panchina viola, c’è la sua mano. Con Della Valle e Corvino ha costruito una buona formazione. La Fiorentina ha, proprio come noi, tutte le carte in regola per tentare di vincere e rompere le scatole a tutti” ha detto serenamente Ranieri in conferenza stampa che poi, parlando della partita in particolare ha aggiunto: “Cercheremo di sviluppare il nostro gioco, sapendo di affrontare un’avversaria che è in un ottimo momento. Insieme alla Roma è la più in forma. Una squadra che non si arrende mai. La rispettiamo, ma faremo la nostra partita. Mi aspetto una Juventus che continua come nelle ultime gare, senza prendere gol“.

La Fiorentina è reduce da 120 minuti intensi ed emozionanti, quelli occorsi per sbarazzarsi ai rigori di un Groningen sicuramente più pimpante di quello che ci si aspettava. Nonostante questo contro la Juve le energie vengono da sé e il gap fisico dovrebbe essere praticamente nullo se non nell’ultima parte della partita. Mister Prandelli soprassiede su quest’aspetto: “Sarà una sfida spettacolare, sono certo che si vedrà in campo la miglior Fiorentina ed il pubblico in questo ci darà una gran spinta. Non siamo preoccupati per questa partita, credo che siamo all’altezza della Juventus, ma certo dovremo stare ben concentrati per tutta la gara perché gli avversari hanno dimostrato di avere un grande spirito combattivo, cosa su cui noi dovremo lavorare ancora molto per arrivare al loro livello“. E in merito al match ha aggiunto: “Dalla mia squadra mi aspetto una buona prova a livello tattico, cercheremo di limitare i loro elementi migliori” ricambiando infine i complimenti di Ranieri.
L’undici titolare dovrebbe essere più o meno questo: Frey in porta, linea difensiva a 4 con Balzaretti e Ujfalusi sulle corsie, Kroldrup (o Dainelli se recupera) e Gamberini al centro; Montolivo, Donadel e Kuzmanovic (o Liverani) a centrocampo con in avanti l’atteso Mutu e il voglioso Pazzini. A completare l’11 vi sarà Semioli che agirà sulla destra in posizione avanzata.

Fiorentina e Juventus si sono incontrate 152 volte, di cui 136 in campionato. Facendo una semplice divisione ci si rende conto che al Franchi le sfide sono state 68: i viola hanno vinto 25 volte contro le 18 dei bianconeri, ben 25 volte è finita in parità. L’ultima volta finì 1-2 con gol di Trezeguet, Pazzini e Camoranesi proprio nei minuti finali: in tutto la Juve ha segnato 75 volte a Firenze contro le 93 dei padroni di casa.
Domani sera dovremo aggiornare queste statistiche: comunque vada però speriamo si possa assistere ad un bel pomeriggio di calcio e di sport!

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG


Peruzzi: “Al Milan non potrei dire no”

Under 21: i convocati di Casiraghi per Grecia e Croazia