Adriano Galliani, all’entrata dell’assemblea ordinaria della Lega di Serie A, ha rilasciato delle interessanti dichiarazioni sul prossimo colpo di calciomercato del Milan nel reparto di attacco, privo da una settimana e per i noti motivi delle prestazioni di Antonio Cassano.

Il dirigente rossonero si è anche soffermato sul momento positivo della formazione rossonera, reduce da cinque vittorie consecutive di cui l’ultima in casa contro il Catania, che hanno l’hanno lanciata nelle zone altissime della classifica:

“Il calcio è così: si raccolgono 5 punti in cinque partite e 15 nelle altre cinque. E’ la vita, poi la vita viene aiutata dal rientro di qualche giocatore… che migliora la qualità della vita e lascio a voi indovinare chi è…Questo obiettivo delle cinque vittorie ce l’eravamo messi in testa la sera in cui abbiamo perso con la Juventus Certo, poi, tra il mettersi in testa una cosa e farla c’e’ differenza. Pensavamo che vincendo 5 gare su 5 saremmo andati in testa come lo scorso anno. Invece, al di là del risultato della Juventus a Napoli, Lazio e Udinese sono state bravissime a non mollare”.

Galliani incensa il reparto offensivo del Milan, ma ammette che forse a gennaio arriverà una nuova pedina facendo il nome di Maxi Lopez:

“Abbiamo quattro attaccanti fortissimi, ne abbiamo fuori due. Per fortuna i due rimasti hanno fatto bene. La stagione è partita con un reparto offensivo straordinario: Ibra e Robinho che hanno giocato, Pato e Cassano che ieri erano fuori oltre a Pippo (Inzaghi, ndr) e El Shaarawi. Si gioca ogni tre giorni, ieri ci mancavano dieci giocatori su 29: otto infortunati e due squalificati. E’ ancora presto, siamo solo al 7 dicembre. Credo che Maxi Lopez sia un giocatore da Milan, così come tutti i giocatori del Real, del Barcellona. In Europa di attaccanti bravi ce ne sono tantissimi. Vedremo come sta Antonio, sicuramente se prenderemo qualcuno sarà un prestito con diritto di riscatto perché il posto a Cassano va tenuto”.

Il Corriere dello Sport ha riportato le dichiarazioni di Maxi Lopez su un eventuale approdo al club rossonero: “Il Milan è il club più grande al mondo, a chi non piacerebbe? Io sono pronto al grande salto, per me sarebbe un onore, ma sono le società che devono parlarsi”.

Riproduzione riservata © 2023 - CALCIOBLOG


La lettera aperta di Antonio Cassano: “Grazie a tutti”

Ibrahimovic: “Con Onyewu ci siamo quasi ammazzati di botte”