Sebastian Giovinco è ormai da qualche mese un personaggio del nostro calcio. Con la nazionale Under 21 sta facendo vedere grandi cose e con l’Empoli, la sua prima squadra in Serie A, ha già messo a segno tre reti.
Con Cagni il ragazzino della Juventus giocava abbastanza soprattutto nella ripresa non mancando comunque di essere decisivo come contro la Roma. Da quanto in Toscana è arrivato Malesani però è diventato un punto fermo dell’undici bianconeroazzurro.

Il rendimento in campo del piccolo fantasista è migliorato ulteriormente e le voci circa un suo ritorno a Torino già da Gennaio si sono fatte ancora più insistenti. Non è dato sapere con certezza quanto queste indiscrezioni siano reali, certamente però il problema non riguarda Sebastian che ha ben chiaro quello che vuole dall’immediato futuro. La prospettiva Juve non gli dispiace ma per il momento è la Toscana il posto dove vuole restare:

“Ho sentito anch’io della possibilità di un mio ritorno a Torino fin da gennaio ma in verità nessuno ne ha parlato con me, anche perché non mi sembra una gran bella idea. Soprattutto per il fatto che, se in avvio di stagione giocavo un po’ col contagocce, com’era giusto d’altra parte dato che la serie A la conoscevo solo per averla vista in tv, con l’arrivo del nuovo allenatore mi sono ritrovato titolare in pianta stabile”.


Giovinco è ben consapevole che in questo momento, complice anche l’ottimo andamento dei bianconeri, non troverebbe a Torino tutto lo spazio che ha a Empoli. Allora forse è meglio contribuire alla salvezza dei toscani riuscendo anche a segnare qualche gol come ha fatto fin’ora. La fretta non è certo una caratteristica che ora gli può tornare utile, continuando su questa strada però, statene certi, un futuro radioso lo aspetta. D’altra parte alla Juve già lo amano come se indossasse il bianconero.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG


Perugia: nubi all’orizzonte?

Buffon è l’unico italiano nella Top 11 de L’Equipe