Nemmeno l’offerta record (dodici milioni di sterline a stagione per lui e fondi illimitati per la campagna acquisti) presentata dal patron del Chelsea Roman Abramovich è riuscita a far cambiare idea a Pep Guardiola. Come annunciato nel corso della conferenza stampa con la quale aveva detto addio al Barcellona, il tecnico spagnolo sembra infatti deciso a prendersi un anno sabbatico prima di tornare nel mondo del calcio ed ha pertanto rifiutato la proposta di andare ad allenare il club londinese che è riuscito nell’impresa di eliminare i suoi blaugrana nelle semifinali di Champions League.

Ride dunque, almeno per il momento, l’attuale allenatore dei Blues, Roberto Di Matteo, i cui straordinari risultati (finale della massima competizione europea e successo in Coppa d’Inghiterra) ottenuti dopo essere subentrato all’esonerato Villas Boas, sembrano metterne al riparo la panchina da qualsiasi altro pretendente che non sia il fenomeno catalano. Nonostante le pressioni della tifoseria e dello spogliatoio, la società non sembra però essere intenzionata ad offrire il rinnovo del contratto all’italiano prima del 19 maggio, giorno in cui si disputerà la finale di Champions con i tedeschi del Bayern Monaco.

Intanto la dirigenza del Chelsea starebbe tentando di convincere il bomber ivoriano Didier Drogba, uno dei grandi protagonisti della riscossa della squadra nella seconda parte della stagione, a prolungare fino a giugno 2013, con un’opzione per un secondo anno. L’attaccante, che un paio di giorni fa ha rifiutato un’offerta da parte dei cinesi dello Shanghai, squadra nella quale milita come calciatore-allenatore l’ex compagno di squadra Nicolas Anelka, pretenderebbe però una cifra superiore ai dieci milioni di sterline e gli inglesi potrebbero dunque ripiegare su Cavani del Napoli o su Higuain del Real Madrid.

Foto | © TMNews

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

notizie Premier League

ultimo aggiornamento: 08-05-2012


Highlights Torino – Padova 3-1 | Video Gol Serie B

Elia, una voce fuori dal coro: “Voglio lasciare la Juve”