“Neymar può diventare migliore di me, ne ha tutte le potenzialità. Adesso però lasciamolo tranquillo e non carichiamolo di pressioni”, disse più di un anno fa Pelè. Si trattò di un’investitura pesantissima per l’allora diciassettenne Neymar da Silva Santos Júnior, attaccante del Santos che sta facendo brillare gli occhi ad una nazione intera ( e non solo). La nuova stella del calcio brasiliano, in realtà, è già nota oltreconfine per aver suscitato l’interesse di molti club europei. In estate il Chelsea si è visto rifiutare una offerta da 30 milioni di euro, prima della firma sul nuovo contratto da cinque anni con il Santos che include una clausola di rescissione da 45 milioni di euro e uno stipendio decisamente fuori mercato in Brasile (1,5 milioni l’anno). Per Neymar si è fatta avanti anche la Juventus.

Oltre a quella calcistica Neymar si è già guadagnato un’altra fama, quella del piantagrane: il giovanissimo fuoriclasse brasiliano, infatti, fu sospeso e multato, 10 giorni fa, per una partita dalla dirigenza del Santos, dopo aver insultato alcuni suoi compagni e il tecnico Dorival Junior nel corso della partita giocata contro l’Atletico Goianiense. Qualche ora dopo il tecnico del Santos venne esonerato perché accusato di essere troppo rigido con Neymar.


Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG


Video Europa League: Tutti i gol delle partite delle 21:00 del 30 Settembre 2010

Steaua-Napoli, scontri tra tifosi a Bucarest – Video