Il Manchester United vince il primo trofeo di stagione, si tratta della Carling Cup alzata al cielo di Wembley dopo aver battuto in finale per 2-1 l’Aston Villa. Si tratta sicuramente dell’obiettivo meno importante ma i Red Devils non fanno sconti, se non altro per non perdere l’abitudine alla vittoria. Rooney e compagni erano anche i detentori del titolo dal momento che avevano vinto anche l’anno scorso prevalendo sul Tottenham, per loro è il quarto successo in questa competizione, la squadra che lo ha vinto più volte resta il Liverpool a quota sette, seguito proprio dai Villans fermi a cinque.

Ancora una volta l’eroe di giornata è Wayne Rooney, il campione dello United ha siglato il gol del definitivo 2-1. E dire che la partita non si era messa benissimo per i ragazzi di Sir Alex Ferguson che dopo soli cinque minuti erano andati sotto grazie ad un rigore trasformato da Milner per un fallo di Vidic per il quale era stata anche chiesta l’espulsione. Il pareggio è giunto al 13′ e porta la firma di Michael Owen, l’attaccante ha dovuto però lasciare il campo a fine primo tempo per infortunio, al suo posto è entrato Rooney tenuto in panchina poiché anch’esso non al meglio della condizione.

Le migliori immagini della finale di Carling Cup Manchester United – Aston Villa




Il Manchester United ha meritato il successo finale, prima del gol vittoria infatti i rossi avevano colpito un palo con Park e sfiorato il raddoppio con Carrick, la sua conclusione è stata disinnescata da un intervento prodigioso del portiere Friedel. Il 2-1 è arrivato ad un quarto d’ora dalla fine grazie ad un’azione che ormai sta diventando un marchio di fabbrica: discesa e cross di Valencia per la testa del puntuale Rooney, la stessa combinazione vista a San Siro contro l’Inter. Lo United si aggiudica quindi la Carling Cup e allo stesso tempo ringrazia i cugini del City per aver fermato il Chelsea di Ancelotti, meglio di così il week end non poteva andare.


Le migliori immagini della finale di Carling Cup Manchester United – Aston Villa
































Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG


Capello: “Fino a quando ci sarò io niente fascia di capitano per Terry”

Zinedine Zidane non torna indietro: preferirei morire piuttosto che chiedere scusa a Materazzi