Ieri si è assegnato il primo trofeo ufficale in Inghillterra: il sentitissimo Community Shield, alterego britannico delle varie Supercoppe dei paesi europei. A contenderselo le due formazioni più forti: Manchester United e Chelsea. E’ la rivincita dell’FA Cup vinta dai Blues qualche mese fa. Il palcoscenico è sempre Wembley ma mancano tantissimi dei protagonisti più attesi.
Drogba, Shevchenko, Ballack, Kalou, Robben, Makelele, Terry, Bridge e Ferreira non ci sono nel Chelsea, decimato dagli infortuni.
Per i Diavoli Rossi fuori Heinze, Solskjaer, Saha, Scholes,Anderson e Hargreaves.
Al contrario di quanto in genere accade, lo spettacolo non è stato esaltante.
Avvio lento e poi progressivo incremento del ritmo ma niente da farsi spellare le mani. Qualche fiammata qua e là come quella che, al 35esimo permette a capitan Giggs di portare in vantaggio i rossi di Ferguson.
Vantaggio che dura poco perchè, poco prima dell’intervallo Malouda firma il pareggio che resisterà fino al triplice fischio.
Ai calci di rigore entra in scena l’attore protagonista: Edwin Van der Sar, un muro sul quale si infrangono ben 3 rigori Blues.
Coppa al Manchester e sfida che non finisce qui: ne vedremo delle belle in Premier League.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG


L’Inter non è più la regina dell’estate?

Russian Railways Cup: Lokomotiv Mosca-Milan