Un articolo di Repubblica redatto da Fabrizio Bocca mette in risalto la simmetria tra i primi due posti in classifica della serie A e il primato degli stipendi ai propri calciatori. A comandare entrambe le graduatorie sono le due squadre milanesi che si contenderanno il derby (e anche una piccola fetta di campionato) domenica sera. A seguire Inter e Milan in questa speciale classifica vi è la Juventus che però e per ora deve fare i conti con un mancato riscontro fatto di risultati sportivi sul rettangolo verde (è solamente quinta nella classifica che conta). (Guarda la Tabella)

Alcuni numeri: è di 153 milioni di euro netti il monte ingaggi dell’Inter contro i 127 del Milan (115 per la Juventus). Quasi di pari passo con gli ingaggi (anche se alcune cessioni molto importanti hanno alleggerito questa voce) vanno le perdite dei due club: l’Inter ha una perdita d’esercizio ufficiale di 154,4 milioni di euro, mentre il Milan nell’ultimo bilancio ha accumulato circa 67 milioni di passivo. Il calciatore più pagato in Italia è Samuel Eto’o (una decina di milioni netti, Ronaldinho è il secondo in Italia (guadagna quasi 8 milioni l’anno). All’Inter lo stipendio medio è tra i 3,5 e i 4 milioni; al Milan un po’ più basso, 2,5-3. Mourinho è l’allenatore più pagato con 11 milioni di euro, Leonardo non arriva a 2.

L’intero monte stipendi dell’Inter (153 milioni) è almeno il 20% in più di quello del Milan (127), il 35% più della Juve (110), più del doppio di quello della Roma (70), 5 volte quello del Palermo (30) e 10 quello del Cagliari (15).


Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG


Calciomercato, ufficiale: Malagò dal Chievo al Siena, Savio e Modesto al Bologna

Ranieri: “Lo stile Juve non esiste più” – Mazzone: “Ormai non è più una Signora”