25 Ottobre 2012 – Eccovi il video con il gol di Palacio che ha deciso la terza gara del girone di Europa League dei nerazzurri. L’Inter vince la sua prima partita in casa in Europa e riesce a farlo grazie ad un colpo di coda nel finale dell’argentino dopo una sfida dall’andamento non univoco. A partire meglio sono i nerazzurri, che schierano in attacco a sorpresa anche Antonio Cassano, il Partizan sembra alle corde. A trascinare i serbi c’è però il giovanissimo Markovic che fa ammattire Jonathan sulla fascia, si libera al tiro e centra il palo.

Da quel momento la gara cambia, il Partizan sale in cattedra e con un ottimo possesso palla tiene in apprensione l’Inter. Intanto Coutinho si fa male, un duro contrasto sulla caviglia, e Stramaccioni è costretto ad inserire Palacio, una mossa obbligata che alla lunga si rivelerà decisiva. Nella ripresa il Partizan progressivamente arretra il suo raggio d’azione, l’Inter prende l’iniziativa e sfiora in almeno due circostanze il gol. Sia Palacio sia Cassano falliscono delle reti semplicissime, da pochi passi, con tiri sbilenchi. I serbi fanno comunque fatica ad uscire, si affidano soltanto al contropiede ed è ancora Markovic a chiamare Handanovic alla grande parata. Come spesso accade nel calcio “gol sbagliato = gol subito”: sul capovolgimento di fronte Milito, entrato da pochi minuti, mette in mezzo un pallone perfetto per l’incornata di Palacio. 1-0 e 3 punti conquistati, l’Inter è al primo posto insieme al Rubin Kazan, a questo punto la qualificazione è poco più che una formalità.

Inter – Partizan Belgrado 1-0: Foto della partita (Palacio)








Inter – Partizan Belgrado 1-0: Foto della partita (Palacio)


































Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

Calciomercato Inter notizie video Video Europa League

ultimo aggiornamento: 25-10-2012


Inter – Partizan Belgrado 1-0, risultato finale: Palacio decisivo, nerazzurri che rischiano un po’, ma meritano

Dnipro – Napoli diretta live Europa League | Risultato Finale 3-1: ora è dura per i partenopei