Dirk Kuyt, che per tutta l’estate è stato corteggiato dall’Inter di Rafa Benitez, è stato in Italia con la sua nazionale, l’Olanda, in occasione della partita di qualificazione ai prossimi Europei contro San Marino. Gli arancioni hanno liquidato la pratica con un secco 5-0 e sul tabellino è finito anche l’attaccante del Liverpool, proprio lui ha aperto le danze al 16′ trasformando un calcio di rigore, l’opera è stata poi completata da Huntelaar (tripletta) e da Van Nistelrooy.

Nelle interviste del dopo partita il giocatore è ritornato sulla questione Inter, su quel trasferimento in Italia che sembrava ormai cosa fatta e che invece è sfumato all’ultimo momento, lasciandolo così sulle rive della Mersey. Ai microfoni di Sky Kuyt ha ribadito la sua felicità per essere rimasto con i Reds, pur non nascondendo la soddisfazione per essere stato cercato dal club campione d’Europa:

“Non nascondo che una trattativa c’è stata. Mi ha fatto piacere essere corteggiato da un club così prestigioso, guidato dal tecnico che mi ha portato in Inghilterra e con il quale ho mantenuto uno splendido rapporto ma il Liverpool mi ha dichiarato incedibile ed io sono comunque felice di essere rimasto in Premier League”.


Alla fine ha prevalso l’insistenza di Roy Hodgson che ha subito capito di non potersi privare di un elemento estremamente utile come l’olandese, attaccante ma anche giocatore capace di sacrificarsi per gli equilibri della squadra. Con buona pace di Benitez, che avendolo portato al Liverpool ne conosce molto bene le doti, e di Wesley Sneijder che pure attendeva il suo connazionale con ansia per poter formare anche in nerazzurro il tandem arancione.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG


Cagliari, Cellino sull’intricato caso Marchetti: “Mobbing? Non sono mica Lotito”

L’esercito degli svincolati: solo in A quasi 30